Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

L’utilità della chirurgia estetica se usata nelle giuste maniere

Gli interventi nel campo della chirurgia estetica plastica più richiesti sono – già da molti anni - quelli che vanno a correggere il viso e, in particolare, lo sguardo, il naso, le cosce e il seno. Oggi il paziente, e non si cada nell’errore di credere che siano solo le donne a rivolgersi al professionista estetico, ha sempre più un approccio diretto, ma soft, verso questa branca della medicina, anche se il ricorso al bisturi continua a essere l’unico strumento utile e veramente decisivo per poter correggere situazioni che alterano l’armonia del corpo, specialmente in alcune sue parti.

“L’importate è – fa sapere il dottor Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale che opera sia in Italia che all’estero - come in tutti gli aspetti importanti della vita, non eccedere nel numero di interventi a correzione del proprio corpo, ascoltare i consigli e il pensiero dei chirurghi sulla effettiva necessità dell’operazione e sulla sua riuscita, in base alle aspettative e alla necessità di correggere inestetismi spesso congeniti. Uno dei più comuni è la rinoplastica, operazione effettuata per correggere malformazioni dalla nascita e che portano ad una cattiva respirazione. Con la otoplastica si correggono invece le malformazioni alle orecchie, ma nella maggior parte dei casi – ancora oggi si chiede al chirurgo estetico un intervento di mastoplastica, in particolare dopo l’allattamento o dopo un intervento a seguito di malattie gravi. Un altro intervento molto richiesto è quello che consente di correggere le borse sotto gli occhi, molto frequente nel mondo dello spettacolo e frutto non solo dell’avanzare dell’età ma anche di una vita sedentaria e spesso disordinata, fattore che porta con sé problematiche al viso e alle gambe. Per questo ci si rivolge alla chirurgia chiedendo di ridurre al minimo l’impatto e gli effetti dell’intervento, quindi di rendere quasi invisibili le cicatrici post-intervento, oltre che tempi di recupero ridotti.

Il viso rimane il biglietto da visita di ogni persona, dallo sguardo si capiscono mille cose e situazioni, il sorriso e le labbra parlano di noi, gli occhi sono lo specchio della persona e così con un semplice intervento di blefaroplastica ci si libera della cute palpebrale in eccesso (accumuli di grasso anche in giovane età), che copre parzialmente gli occhi rendendo stanco lo sguardo. L’intervento di per sé è oramai di routine, si pratica un’incisione lungo la piega della palpebra superiore, si rimuove il superfluo e si ricongiungono i due margini in modo che la cicatrice sia quasi invisibile.

Parlavamo della rinoplastica per correggere problematiche al naso di varia e diversa natura. Quali? Problemi di respirazione dalla nascita e che con l’avanzamento dell’età si acuiscono, problemi dovuti a incidenti e traumi spesso anche di natura sportiva, eccesso delle dimensioni rispetto al viso o una punta non proprio modellata. Con la rinoplastica si interviene all’interno delle narici e la cartilagine viene rimodellata, fino a ottenere una struttura corretta del naso e una forma armonicamente in linea con il proprio viso, che ne gioverà anche globalmente.

Con la otoplastica invece si interviene sulla forma delle orecchie per correggere gli inestetismi come, ad esempio, la forma comunemente denominata a sventola, correggendo quindi le dimensioni e l'attaccatura al viso migliorando l'armonia del viso stesso. I passi avanti della chirurgia estetica hanno fatto si che oggi non esistono limiti di età per sottoporsi a questo tipo di intervento, ma è preferibile aspettare la fine dello sviluppo del padiglione auricolare o l'insorgere di una forte motivazione personale a fini psicologici. Fin dall’età di 6 anni si può intervenire e correggere l’inestetismo, anche per facilitare la crescita del bambino senza complessi con i coetanei.

Il seno della donna è spesso messo a dura prova da vari e diversi fattori. Il peggiore che analizziamo è a seguito della cura del cancro, e quando la malattia è sconfitta la donna sente, naturalmente, l'esigenza di cancellarne tutte le conseguenze sul corpo. A questo scopo è bene quindi rivolgersi ad un chirurgo plastico per un intervento di ricostruzione o rimodellamento della mammella. Ma questo è solo un caso a seguito del male peggiore che possa colpire l’essere umano. C’è anche un’altra motivazione – completamente differente e di diversa natura della precedente - a seguito della gravidanza e allattamento, che può rovinare un bel decolleté che non appare più florido e pieno come in gioventù. E allora si interviene per riavere un bel seno perfetto grazie alla mastoplastica additiva, ovvero l'intervento per ingrandire il seno inserendo nelle mammelle delle protesi in gel di silicone, tonde o anatomiche.

Questi esempi di chirurgia estetica che abbiamo evidenziato tra i tanti tipi di intervento sono legati alla necessità del paziente di relazionarsi nella società senza complessi psicologici e sono strettamente necessari in caso di malformazioni. Per il resto, della chirurgia estetica è al buon senso dei pazienti ricorrere specie con l’avanzamento dell’età.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di blefaroplastica?
Blefaroplastica
  • Testimonianze: (10)
  • Durata intervento: 1 ora
  • Anestesia: Anestesia locale ed eventuale sedazione
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 2 giorni dopo
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..