Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Le stagioni della chirurgia estetica: qual è il momento ideale?

Ritocchino sì, ma quando? Quale può essere considerato il momento migliore per sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica? Il caldo o il freddo influiscono in qualche maniera sulla buona riuscita di un’operazione, che sia mastoplastica, blefaroplastica oppure liposuzione? E le cicatrici in spiaggia si vedranno? Bisogna portare delle bende a lungo?

Quante domande assillano naturalmente i pazienti di ambo i sessi riguardo il momento post operazione e le tempistiche necessarie per consentire ai tessuti di riassorbirsi al meglio.
Occorre sapere subito che - innegabilmente - il periodo migliore per sottoporsi ad una qualsiasi operazione di chirurgia estetica – indipendentemente dalla zona che dovrà essere trattata - va da Ottobre ad Aprile, quando le temperature sono più fresche e favoriscono la cicatrizzazione o riassorbimento dei tessuti. Per di più, essendo lontani dalla “prova costume”, è possibile consentire alle cicatrici di rimarginarsi senza problemi e senza il rischio di esporle ai raggi solari, che ne potrebbero compromettere l’estetica.

Cerchiamo, quindi, di capire meglio se i mesi estivi possono essere considerati “vacanza” per qualsiasi intervento, intanto specifichiamo subito che – sicuramente - la sabbia e la salsedine non sono grandi alleati di un intervento chirurgico di qualsiasi natura. Inoltre, la temperatura troppo alta dei mesi estivi non aiuta in alcun modo i tessuti.

Per poter sciogliere al meglio ogni dubbio sull’argomento, è fondamentale rivolgersi ad un medico chirurgo specializzato nell’estetica che - in sede di incontro propedeutico - potrà meglio indicare il momento migliore per l’intervento richiesto dal paziente, specificare i postumi e le tempistiche per la ripresa delle attività quotidiane, affinché la ferita, seppur minima, possa saturarsi al meglio, e come difendersi in modo opportuno dai raggi solari.

Nei mesi di luglio e agosto sarebbe meglio godersi il sole e il mare, in vacanza, evitando di sottoporsi ad interventi di chirurgia estetica, anche perché le temperature elevate non sarebbero compatibili con le pancere e i body, che devono essere portati necessariamente - per alcune settimane - dopo un intervento. Inoltre, le temperature alte potrebbero causare gonfiori alla parte interessata e favorire infezioni nel post operazione.

Lo stesso vale per gli interventi laser, perché la parte interessata dall’operazione necessita di un periodo di almeno 6 settimane per la guarigione, durante il quale è assolutamente vietata l’esposizione al sole.
Ad esempio, scordiamoci un intervento di lifting completo in estate, in quanto necessita di tempi post operatori e di recupero ampi.

Di contro, nel periodo estivo, ci si può tranquillamente sottoporre a qualsiasi intervento con il botox, che nel post intervento non presenta particolari problematiche, come del resto avviene per altri tipi di interventi “minori”, come blefaroplastica, lifting al collo o correzione delle occhiaie, in quanto le nuove tecniche per correggere questi difetti e ringiovanire in modo naturale lo sguardo portano ad un utilizzo di filling non invasivi.

Per il resto, che sia una rinoplastica, una mastoplastica, una blefaroplastica, un intervento alle cosce o alle labbra, è opportuno riparlarne a settembre per programmare l’intervento in autunno.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..