Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Chirurgia estetica: è scoppiata la sindrome di Barbie e Ken

Il fenomeno della chirurgia plastica estetica – strumento ormai fondamentale per correggere molte imperfezioni estetiche e funzionali – sta rapidamente sfuggendo di mano. Almeno ad alcuni. È il caso di quelle donne e quegli uomini – ormai presenti in tutto il mondo e non solo negli Usa - affetti dalla cosiddetta “sindrome di Barbie & Ken”, che si rivolgono al chirurgo estetico per effettuare uno o più interventi in grado di cambiare radicalmente la loro forma fisica e renderli somiglianti alle celebri bambole della Mattel.
Questo particolare (e anche piuttosto pericoloso) trend è venuto alla luce con i casi di Alina Kovalevskaya e Valeria Lukyanova, le cosiddette “Barbie in carne ed ossa” e del “Ken umano” inglese, Rodrigo Alves. Casi mediatici, che hanno fatto molto parlare e discutere, ma soprattutto hanno accesso le luci sul fenomeno degli estremismi (e dei veri e propri mostri) generati dall’estremizzazione (e dalla mancata interpretazione) della chirurgia estetica.

Ma cosa scatena queste tendenze?
Secondo i chirurghi e anche gli psicologi che si sono interrogati sul fenomeno, l’esposizione continua e prolungata – soprattutto nel periodo adolescenziale – a modelli televisivi e commerciali stereotipati può creare – specie se uniti ad una ricerca della propria identità e al senso di insicurezza sociale che caratterizza molti giovani e adulti - il desiderio (che nel tempo diventa una vera e propria necessità) di conformarsi a standard e parametri imposti dall’alto, i quali rischiano di creare effetti devastanti sui giovani. Ma anche sugli adulti.
A contribuire a lanciare l’allarme – come stanno facendo in questi giorni tanti altri validi suoi colleghi – è il dottor Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale, specializzato – tra i vari interventi – anche nella liposuzione che effettua in molte cliniche, inclusa la clinica Santa Anna di Soregno nei pressi di Lugano in Svizzera.

“Sono molte le persone che – sopraffatte dall’insicurezza e dal disagio sociale – cercano di imitare dei modelli per potersi sentire a proprio agio e spesso fanno riferimento a personaggi irreali o comunque esagerati, che portano alla deformazione fisica, ma anche psicologica. Questo avviene soprattutto – e in maniera sicuramente più evidente - quando non si ha ancora una personalità ben definita, in una età molto giovane, anche se non mancano gli episodi di casi limite perfino tra gli adulti”.

Ma di fronte a richieste assurde da parte dei pazienti come dovrebbe rispondere il medico chirurgo professionista?
“In casi come questi, e negli anni me ne sono capitati diversi - ha commentato Castelli – il chirurgo estetico ha il dovere morale di gestire queste situazioni consigliando al meglio la paziente, facendole capire tutti i contro di quella decisione e gli effetti negativi di quella trasformazione così innaturale. Il medico ha l’obbligo di migliorare l’aspetto della persona, non di renderla un mostro. Per questo, le visite propedeutiche e di controllo iniziali sono fondamentali per poter eseguire un intervento di chirurgia estetica: sono l’occasione per capire i desideri, le aspettative e i disagi della persona, per poterla indirizzare nel modo corretto verso la giusta via”.

Ma qual è la soluzione al problema?
Probabilmente, far crescere gli adolescenti con modelli più vari e diversi tra loro, attingendo non solo al mondo dello spettacolo, ma anche a quello della cultura, dell’arte e dello sport per poter far capire loro che ci sono tanti riferimenti differenti e tanti modelli da poter seguire e che la vera bellezza è quella che fa rima con naturalezza.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di liposuzione e liposcultura?
Liposuzione e Liposcultura
  • Testimonianze: (4)
  • Durata intervento: 30 minuti 2 ore
  • Anestesia: Anestesia locale con sedazione o Anestesia generale
  • Controlli: 1 giorno 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 1-4 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..