Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Markle Sparkle: che cos’è e perché dilaga?

Le nozze tra il principino Harry e la sua ammiratissima fidanzata Meghan Markle sono ormai alle porte e i giornali di gossip di tutto il mondo – per non parlare dei programmi tv di intrattenimento - non fanno altro che dedicare pagine e pagine al racconto minuzioso dei preparativi, le curiosità sugli invitati, i dettagli sulla location, le anticipazioni sul vestito da sposa e molto altro ancora. Ciò che, invece, in questo periodo possono raccontare i chirurghi estetici inglesi – grazie alla loro esperienza diretta – è la nascita di un nuovo grande fenomeno socio-culturale: la ricerca del “Markle Sparkle”, ovvero di quel “luccichio della Markle”, che tanto impazza in Inghilterra e anche oltre, cui ambiscono oggi le donne inglesi. Soprattutto quelle che – proprio come la loro beniamina – si stanno avvicinando al momento delle nozze e desiderano naturalmente essere al loro meglio.

Sono tante le donne inglesi – ma aumentano anche in tutto il resto d’Europa – che per sentirsi più belle e desiderate nel giorno del loro matrimonio decidono di rivolgersi al chirurgo estetico per sottoporsi a qualche ritocchino al viso e ottenere così quello scintillio luminoso che contraddistingue l’aspetto della Meghan Markle.
Una vera e propria moda, che oggi i chirurghi estetici conoscono molto bene. Per ottenere la pelle luminosa come quella della bellissima Markle, le pazienti chiedono ai medici trattamenti di chirurgia estetica per poter ridurre le rughe del viso e avere una pelle più soda e brillante.

“Per ottenere questo tipo di risultati – fa sapere Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale che opera sia in Italia che in Svizzera – è possibile prendere in considerazione il laser frazionato, una delle tecniche meno invasive e più efficaci per aumentare la luminosità, ridurre le rughe e rendere la pelle più giovane e soda”.
Se invece si desidera correggere le imperfezioni del viso in maniera più accentuata, visibile e duratura, è possibile scegliere di intervenire con un lifting al viso, anche chiamato ritidectomia. Si tratta di un insieme di tecniche di chirurgia estetica che eliminano la cute in eccesso e riposizionano il tessuto muscolare, rendendo così il volto più giovane e attraente. “Naturalmente, però, - ha continuato il Professor Castelli – è importante rivolgersi ad un chirurgo plastico autorizzato, riconosciuto e con esperienza, che aiuti a valutare i reali difetti e ascoltare le aspettative della paziente, perché il voler assomigliare ad un vip generalmente nasconde spesso altri tipi di disagi e sarebbe quindi opportuno approfondirli prima di consigliare alla paziente un intervento chirurgico”.

In breve, ogni paziente ha delle proprie caratteristiche specifiche e cercare di somigliare al vip di turno rischierebbe di snaturare l’aspetto originario e autentico della persona, rendendolo innaturale e anche goffo.
Insomma, il “Markle Sparkle” continua a far sognare, ma la vera domanda è: è davvero di questo che abbiamo bisogno?


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..