Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Il ritocchino piace proprio a tutti, non solo ai

In un’epoca come la nostra, in cui il ritocchino chirurgico restituisce un risultato assolutamente naturale, la perfezione estetica - tanto ambita da uomini e donne - è sempre più vicina. A confermare questo fenomeno sono i chirurghi estetici italiani, che evidenziano – innanzi tutto - come la perfezione estetica sia ormai un valore irrinunciabile, sia per le donne che per gli uomini, le cui richieste di intervento superano il 40% del totale. Tuttavia, fanno anche presente come la ricerca della perfezione estetica sia più viva che mai.

Oggi la chirurgia compie passi da gigante per catturare ed esaudire sempre di più – e sempre meglio - le richieste dei pazienti, per ogni parte del corpo, andando anche a rivedere l’estetica delle parti intime. Oggi i pazienti, che siano donne o uomini, di ogni età, si rivolgono alla professionalità del chirurgo estetico per ritrovare quel fascino e quella bellezza che inesorabilmente il tempo si porta via, a causa della routine e dello stress quotidiano. Ma anche, naturalmente, a causa dell’avanzare dell’età. Ci si rivolge al professionista per tanti tipi di interventi, dal piccolo ritocchino con il botulino agli interventi ormai diventati consuetudine, come la rinoplastica, la mastoplastica additiva o riduttiva, la blefaroplastica, liposuzione e/o liposcultura, otoplastica, addominoplastica e via dicendo, fino a interventi ancora più complessi, come quelli alle parti intime di uomini e donne. Tra le operazioni cui ricorrono più spesso gli uomini, troviamo sicuramente quello dedicato al rimodellamento delle celebri maniglie dell’amore e – più in generale – alla riduzione del grasso sulla pancia.

Per dare una “rinfrescata” al proprio viso e togliere quelle fastidiosissime “zampe di gallina” basteranno invece dei filler e apparire in breve tempo con un viso più rilassato e disteso, con una luminosità nuova che confluirà allo sguardo una nuova freschezza. E tutto con poche sedute di una manciata di minuti. Se, invece, si ha il desiderio di dare una impronta migliore all’intervento, ci si rivolge ad un medico chirurgo specialista per concordare una operazione di blefaroplastica, che si attua rimuovendo la pelle in eccesso dalle palpebre e ricucendola nella stessa linea dell'occhio. Prima di vedere nello specifico di cosa si tratta, ricordiamo – come facciamo sistematicamente sulle pagine di questa sezione di approfondimento – che è sempre essenziale e propedeutico il consulto con un chirurgo estetico professionista, che saprà dare indicazioni sulla fattibilità dell’intervento, l’opportunità di effettuarlo, così come le modalità.

Questo tipo di intervento per uno specialista è oggi sostanzialmente di routine - e oramai facilitato dai macchinari di ultima generazione e dall’esperienza acquisita sul campo - e raramente si verificano imprevisti e complicanze in seguito a operazioni di questo tipo, pertanto è considerata priva di rischi. Da un punto di vista pratico, l’intervento consiste nel creare due piccole incisioni in corrispondenza della piega della palpebra superiore e nella zona inferiore dell’occhio, da cui verrà prelevato l’adipe in eccesso. Il risultato? Il più possibile naturale. Per ciò che concerne la preparazione per il periodo che precede l’operazione, il medico darà delle indicazioni da rispettare, come - ad esempio - il divieto di fumo e di bere bevande alcoliche, esami clinici ematologici, un elettrocardiogramma e una visita oculistica. L’intervento viene eseguito in anestesia locale e spesso associata ad una sedazione per via endovenosa.

Una delle operazioni più richieste dalle donne, ancora oggi, rimane quello al seno, dove si interviene quando le mammelle tendono a cadere e il capezzolo si rivolge verso il basso, come avviene in alcuni casi in post gravidanza o in seguito a un dimagrimento rapido; in questi casi si può intervenire chirurgicamente riposizionando il seno in alto. Grazie a questo intervento mirato, il seno viene rialzato e rimodellato senza che vi siano cicatrici evidenti, per restituire alla donna un risultato molto naturale: un seno tonico e ben plasmato, che guadagna, in alcuni casi, anche in dimensioni. Di protesi ce ne sono di svariate forme, da quelle tonde a quelle a goccia, anatomiche (per un effetto sempre più naturale). L'operazione prevede lo spostamento verso l'alto del seno, ovvero della ghiandola mammaria, sia dell’areola che del capezzolo attraverso una sola incisione, che – nell’arco di poco tempo - non sarà più visibile ad occhio nudo. L'intervento, che deve essere come sempre effettuato da un chirurgo riconosciuto ed esperto, in sale operatorie adeguate, ha una durata piuttosto contenuta: da 60 a 90 minuti, più il tempo di anestesia e di decorso post operatorio necessari per un intervento corretto.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..