Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Ritocchini cari e a tutti costi: ecco il parere del chirurgo esperto

Ha fatto scalpore, nei giorni scorsi, il caso di una donna americana, che - per compiacere e soddisfare le richieste del marito - si è sottoposta ad alcuni interventi al seno e ai glutei, spendendo più di 75.000 dollari. Nel caso specifico, parliamo della Signora Allegra Cole, una insegnante di pianoforte e mamma di ben otto figli, che si è sottoposta, su esplicita richiesta del suo secondo marito che ama in particolare le donne maggiorate, ad una serie di interventi al seno (per portarlo alla decima taglia) e ai glutei, facendo prelevare da altre parti del corpo del grasso in eccesso, per ingrandire il suo fondo schiena.
E fin qui la notizia viene annoverata tra le news bizzarre che arrivano frequentemente dagli Stati Uniti, dove molti si ispirano alle forme di Pamela Anderson e Dolly Parton. Questa volta, però, non stiamo parlando di una persona che ignora gli svantaggi di una operazione di questa portata, ma di una insegnante, istruita e colta, che ha a che fare – per motivi di lavoro – con bambini e giovani di ogni età, i quali potrebbero naturalmente prenderla come riferimento di vita.
In breve, a sottoporsi ad un intervento così esagerato – e soprattutto dettato dalla volontà di un marito – non è la starlette di turno, che vive del suo corpo, ma un’insegnante e madre di numerosi bambini.

Abbiamo riportato il parere di un esperto, il dottor Marco Castelli, specialista in chirurgia estetica e specializzato anche nella mastoplastica additiva, che ha spiegato l’importanza di confrontarsi sempre con un medico professionista, preparato ed esperto, in grado di consigliare la soluzione realmente più opportuna per le esigenze della paziente.
“È fondamentale - quando si affronta il discorso di un intervento di chirurgia estetica - porsi dei limiti e dei paletti – ha detto Castelli - e non è un caso che anche i chirurghi estetici intervenuti sulla vicenda americana abbiano affermato che interventi al seno come questi - e di queste dimensioni - possano creare grandi problemi alla colonna vertebrale. In questi casi poi, non è neanche possibile correre ai ripari e sistemare i danni, perché si creano dei problemi irreversibili alla spina dorsale, creando così conseguenze incalcolabili”.
In realtà dobbiamo sottolineare - e non per campanilismo – che certe situazioni, in Italia, normalmente non avvengono e questo grazie alla estrema professionalità dei nostri specialisti che, prima di intervenire e in sede di incontro, spiegano per filo e per segno i pro e i contro di certi interventi. Vediamo, allora cosa significa professionalità e quali sono gli aspetti da considerare prima di scegliere un chirurgo.

Un professionista esperto, ad esempio, illustra dalla A alla Z cosa significa sottoporsi ad un intervento; un vero chirurgo plastico è uno specialista laureato in medicina e chirurgia e che in seguito ha conseguito una formazione in chirurgia plastica ricostruttiva di minimo di 5 anni con esami e tesi finale. Questo consente poi di occuparsi a pieno titolo di tessuti da ricostruire (ad esempio cute e muscoli) e di correggere deformazioni sia funzionali che estetiche. Obiettivo di un vero professionista è soprattutto correggere e “riparare” difetti presenti dalla nascita (come ad esempio le orecchie a sventola da correggere con la otoplastica, oppure un difetto al setto nasale con la rinoplastica, fino alle dita palmate) o a seguito di difetti derivanti da traumi o infortuni. Il professionista ha l’obbligo di aiutare il paziente a capire che cosa è utile o meno alla propria situazione e cosa si può fare, facendogli conoscere rischi e benefici di un determinato intervento chirurgico, tecnicamente impegnativo e di cui – alla fine dovrà essere pienamente soddisfatto.
Tuttavia, è bene distinguere tra Chirurgo estetico o Chirurgo Plastico. In Italia qualunque laureato in medicina e chirurgia può liberamente definirsi chirurgo estetico, ma non specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva che, come dicevamo sopra, ha un percorso universitario diverso. Prima deve essere abilitato, pertanto solo chi ha conseguito la specializzazione, in Italia o all'estero, può definirsi a tutti gli effetti un chirurgo plastico, ovvero specialista in Chirurgia Plastica.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di mastoplastica additiva?
Mastoplastica additiva
  • Testimonianze: (11)
  • Durata intervento: Da 1 a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia generale
  • Controlli: 24 ore 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 7-10 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..