Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Anche Renée Zellweger ha ceduto a qualche ritocchino di chirurgia estetica

Renée Zellweger? La conosciamo tutti - con quel fisico un po’ abbondante e disinvolto – nel film cult “Il diario di Bridget Jones”, che ha segnato un’intera generazione. Ma la conosciamo bene anche per le critiche spesso molto pesanti sul suo aspetto, che - di contro - le hanno portato fortuna, fino a condurla alla candidatura al premio Oscar come miglior attrice protagonista.

Il film è stato un successo mondiale, una simpatica e divertente commedia del 2001 ben interpretata dall’attrice. Tra l’altro, a breve, ritroveremo questa splendida 50enne su Netflix in una nuova serie dal titolo “What/If”, in un ruolo per lei inedito tra sesso estremo, denaro e cattiveria estrema. Insomma, un personaggio che difficilmente le accosteremmo.
E non è tutto, perché la ritroveremo presto nelle sale cinematografiche anche nei panni di Judy Garland, la celebre attrice, ballerina e cantante che, giovanissima, interpretò Dorothy Gale, la protagonista de Il Mago di Oz.

Ma la bella attrice ha un piccolo segreto in tema di bellezza , anche se le rimane difficile ammetterlo davanti al grande pubblico: come molte altre artiste di Hollywood è ricorsa all’aiuto della chirurgia estetica, sottoponendosi ad una serie di interventi al volto fino a semi stravolgere i lineamenti e il suo viso originario.

E proprio il cambiamento estetico le ha procurato qualche critica da parte dei suoi fan: lei stessa racconta, in una intervista all’emittente radiofonica Sirius XM, un episodio accaduto nella metropolitana di Londra che - in qualche modo - l’ha sconvolta. Un giorno - mentre viaggiava sul metro - ha ascoltato un uomo che parlava con delle sue amiche, il quale criticava le attrici e le star di Hollywood che ricorrono alla chirurgia estetica dicendo che molti vip scadono nel ridicolo e nella “stupidità” nel sottoporsi a tanti ritocchini.
A un certo punto della conversazione, l’uomo ha citato proprio Renée, fino ad arrivare a dire che ormai non somiglia più a sé stessa. Ad un certo punto l’attrice si è alzata ed è andata proprio vicino all’uomo con la volontà di farsi riconoscere e - tra lo stupore generale – egli ha dovuto candidamente ammettere che, in effetti, l’attrice non ha stravolto nulla e che la sua bellezza è ancora intatta e integra.

Naturalmente, non possiamo sapere se tutto questo racconto sia vero o se ci siano dei pettegolezzi aggiunti dagli organi di stampa che hanno raccontato l’episodio. Tuttavia è uno spunto interessante per aiutarci a riflettere ancora una volta sul fatto che la chirurgia estetica è importante ed è un forte aiuto in tante situazioni diverse, ma la cosa fondamentale è utilizzarla con le giuste misure e sempre con l’aiuto di un chirurgo specialista professionale e attento.

Ad esempio, la chirurgia plastica è importante per rimettere a posto situazioni critiche congenite o scaturite a seguito di incidenti. Esiste, infatti, proprio una branca della chirurgia che ha lo scopo di correggere o ricostruire e ripristinare la funzionalità di organi o apparati alterati morfologicamente, a causa di malattie degenerative, patologie deformanti, traumi, lesioni, malformazioni congenite. Tra tutti gli interventi di questo tipo segnaliamo l'otoplastica per eliminare il fastidioso effetto delle orecchie a “sventola”, oppure la rinoplastica per intervenire sul naso in presenza di malformazione congenita che porta ad una cattiva respirazione, ma anche la correzione di cicatrici a seguito di interventi chirurgici (è attualmente impossibile eliminarle del tutto ma almeno è possibile renderle meno visibili), fino alla ricostruzione mammaria a seguito di carcinoma, al fine di ridare alla paziente la gioia di potersi mettere un costume da bagno e frequentare luoghi in tutta tranquillità.

Esistono poi altre tipologie di intervento, come la mastoplastica additiva e riduttiva, la blefaroplastica, il lifting per ringiovanire il viso, le cosce e le braccia e la liposcultura e liposuzione per le gambe fino alla addominoplastica per rimuovere il grasso superfluo in corrispondenza dell'addome.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di rinoplastica?
Rinoplastica
  • Testimonianze: (4)
  • Durata intervento: Da 45 minuti a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia generale e locale
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 7-10 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..