Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Quando programmare un intervento estetico? Lo decide la pelle!

Tempo di vacanze: è come dire tempo di bellezza da sfoggiare al mare, al lago, in piscina o in montagna. O semplicemente prendere un drink con gli amici alla luce della luna, con un po’ di fresco, che in questa calda estate non può che far piacere. Ma una domanda assilla molti di noi: se ho effettuato un qualsiasi tipo di intervento estetico, o solamente di ringiovanimento/bellezza, quanto tempo occorre per poi potersi sottoporre a bagni di sole o esposizione alla luce diretta?

Le risposte sono multiple e diverse, in base al trattamento che si è effettuato durante la tarda primavera, mentre per qualsiasi intervento effettuato durante l’inverno e inizio primavera, oramai siamo al sicuro e possiamo stare tranquilli.

Ad esempio, interventi di chirurgia plastica - citiamo solo come esempio la mastoplastica, la rinoplastica, la blefaroplastica, la otoplastica, il lifting cosce o la addominoplastica - normalmente prevedono anche 3/4 mesi di tempo per il “recupero totale” e per le attività sportive. Di contro, dopo interventi meno invasivi, come il lifting al viso, passati 30 giorni ci si può esporre e riprendere un’attività sportiva normale.

Una raccomandazione fondamentale: ascoltare sempre attentamente e rispettare fino in fondo i consigli che il medico chirurgo professionista fornisce in fase pre e post intervento; è importante perché è lui che conosce bene la pelle e le tempistiche necessarie.

Prendiamo come esempio iniziale le famose “punturine” di botulino o filler, che altro non è che una sostanza di acido jaluronico e vitamine che viene iniettata con micro punture sotto la cute al fine di correggere inestetismi della pelle, come - ad esempio - le rughe o le cicatrici. In questi casi, dopo appena 7 giorni i piccoli segni effettuati vengono completamente riassorbiti e si è in grado di riprendere tranquillamente qualsiasi attività. Durante questo periodo sono da evitare esposizioni dirette al sole o anche sedute di sauna e bagno turco, a causa del calore eccessivo, oltre che ovviamente a sedute di lampade solari. L’acido ialuronico - con il calore - potrebbe portare la pelle ad una reazione negativa, con comparsa di gonfiore o rossore nella parte trattata, mentre con il filler al botulino si sconsiglia, per due o tre giorni successivi la puntura, di sottoporsi a trattamenti come i massaggi al viso e al cuoio capelluto per evitare la formazione di macchie di tipo ematico. È anche opportuno non passare trucchi per almeno 24 ore, per consentire alla pelle di “respirare” e ripristinare la sua naturale azione protettiva. Piccoli accorgimenti da sottolineare, ma del resto non ci sono cure cosmetiche o estetiche senza rispettare i naturali tempi di recupero da parte del corpo e in particolare della pelle.

Si pensi che - anche in caso di semplici sedute dall’estetista - come ad esempio una pulizia del viso, la pelle ha bisogno dei suoi tempi e tra una seduta e l’altra devono passare almeno una settimana/dieci giorni, per consentire alla pelle di rigenerarsi e ripristinare la barriera protettiva cutanea. Invece, in caso di peeling devono trascorrere almeno 3 settimane.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di lifting viso?
Lifting viso
  • Testimonianze: (7)
  • Durata intervento: Da 1 a 3 ore
  • Anestesia: Anestesia locale / Sedazione o Anestesia generale
  • Controlli: 24 ore 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 10-15 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..