Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Otoplastica per bambini: quando è opportuno intervenire?

Le orecchie pronunciate, comunemente dette a sventola, sono un vero cruccio per chi le ha. Soprattutto da bambini. Parliamo, infatti, di un difetto fisico che porta spesso a risvolti di tipo psicologico nelle persone di ogni età e in maniera più evidente e incisiva durante l’età scolastica, dove essere presi di mira per uno o più difetti fisici è piuttosto frequente. Il problema noto come “orecchie a sventola” può essere facilmente risolvibile con un intervento (davvero poco invasivo) di otoplastica, attuabile già in età giovanile, a partire dall’età di 5- 6 anni in poi. Questo intervento di chirurgia estetica è uno dei pochi che si può eseguire sui bambini, nel momento in cui lo sviluppo si considera ultimato (generalmente è consigliato eseguirlo dopo i 9 anni per avere una completa sicurezza) e quando l’inestetismo comincia ad evidenziare dei disagi psicologici e sociali importanti e limitanti per la serenità della persona.

Quello dell’otoplastica è un intervento oramai di routine, molto semplice nell’esecuzione, ma si tratta pur sempre di un’operazione di chirurgia che il medico specialista dovrà saper gestire anche da un punto di vista psicologico, nei confronti del paziente e dei genitori. Spesso, infatti, questo intervento è dovuto più al “disagio” dei genitori che non a quello reale dei bimbi, con i quali il chirurgo instaurerà un rapporto di semi-gioco, scherzandoci e distraendolo, per sdrammatizzare, sminuire il motivo dell’operazione e di trovarsi in una sala operatoria con tanti medici intorno. E proprio questo aspetto è importante prima di scegliere il medico: capire e conoscere lo staff medico che coadiuva il professore, la struttura dove viene effettuato l’intervento, senza dimenticare tutto il post-operatone e le tempistiche per tornare alle normali attività.

Vediamo, allora, a che tipo di intervento si sottopongono i bambini, gli adolescenti e anche gli adulti, visto che la metodologia è la stessa e non ci sono rischi maggiori in base all’età del paziente. L’unica variante importante in base all’età riguarda la metodologia e la tipologia di anestesia adottata. L’intervento di otoplastica negli adulti viene eseguito con un day hospital in ambulatorio, con una anestesia locale, mentre per l’otoplastica nei bambini è prevista un’anestesia generale, con un ricovero rapido di un giorno solo a scopo precauzionale e a causa dell’anestesia stessa. Il post operazione richiede qualche attenzione in più per i più piccoli, ma- essendo un intervento poco invasivo – non prevede nulla di particolare.

Le tecniche usate dai chirurghi sono principalmente di due tipi: con incisione o senza, ma è bene sottolineare che questo tipo di intervento non ha alcuna ripercussione sull’udito. Il metodo con incisione è quello più praticato e si realizza con un taglio nella parte posteriore, quindi, non visibile, in modo che il chirurgo possa poi rimodellare secondo l’aspetto desiderato e valutato n sede di incontro. Con il piccolo taglio si asporta il materiale cartilagineo e poi si pratica una successiva sutura.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di otoplastica?
Otoplastica
  • Testimonianze: (3)
  • Durata intervento: Da 45 minuti a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia locale / Sedazione o Anestesia generale
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 2-3 giorni dopo
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..