Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Mentoplastica e la malaroplastica spiegate dal chirurgo estetico

Mento troppo pronunciato e sporgente, ma anche sfuggente o asimmetrico, oppure troppo largo rispetto al viso: sono queste le imperfezioni che i pazienti chiedono più frequentemente di correggere al chirurgo estetico con l’intervento di mentoplastica.

L’operazione chirurgica della mentoplastica consiste in un vero e proprio rimodellamento della parte terminale inferiore del viso, che consente di modificare la forma e le dimensioni del mento diminuendone le dimensioni e migliorando l'armonia del viso, oltre che del proprio aspetto. Per rimodellare, invece, gli zigomi per aumentarne il volume e modificarne la forma si ricorre all’inserimento di protesi di silicone solido, ovvero all’intervento chirurgico della malaroplastica. Un intervento sempre più richiesto non solo dai personaggi dello spettacolo, ma anche dalle persone comuni.

“Questi due interventi in campo estetico – fa sapere il dottor Marco Castelli, chirurgo estetico specializzato che opera in Italia e in Svizzera - sono sempre più frequenti tra le richieste ai professionisti chirurghi, anche perché - in effetti - non esistono limiti d’età per questo tipo di intervento anche se è preferibile, in caso di età minorile, far completare lo sviluppo osseo della persona che avviene normalmente intorno ai 15-16 anni”. Questo aspetto, ma anche per età maggiori, sarà un tema di dibattito in sede di consulto con il chirurgo professionista specializzato, che valuterà con il paziente i vantaggi dell’intervento, valutando al computer la forma e la dimensione del mento o degli zigomi a seconda del tipo di intervento richiesto. Verrà valutata anche la formazione della mandibola e dei denti per capire eventuali difetti funzionali per la masticazione oltre che “disegnare” un nuovo profilo del volto del paziente.

Tornando alla mentoplastica, dobbiamo annoverare anche il caso in cui si richieda un aumento del mento e - in questo caso - il chirurgo procederà con una lipostruttura (ma prima veniva denominato lipofilling) una tecnica che prevede un innesto di grasso dello stesso paziente, prelevato tramite aspirazione con microcannule dalle parti corporee che ne hanno in eccesso, come l’addome ad esempio, e reiniettato, dopo adeguato trattamento di centrifuga, nella parte interessata dall’intervento. Possiamo anche dire che con la lipostruttura, assistiamo ad una tecnica di ringiovanimento del viso, ma anche come tecnica integrativa del lifting facciale. Da un punto di vista pratico, l’intervento chirurgico avviene normalmente in day hospital, anche perché ha una durata breve e il tutto avviene in anestesia locale e sedazione endovenosa.

L’intervento di mentoplastica per riduzione – uno dei più diffusi interventi di chirurgia estetica al viso - avviene con una incisione all’interno della bocca in corrispondenza del mento, nello specifico nella parte più bassa della gengiva inferiore. Al contrario in caso di “addizione”, questo avviene con inserimento di una protesi rigida che avviene tramite un’incisione simile a quella praticata per la riduzione del mento. Nel caso in cui il chirurgo ritenga che l’aumento della zona oggetto di intervento debba essere di poco conto sarà possibile realizzarlo con infiltrazioni di appositi filler sotto il mento. Al termine dell’intervento il chirurgo specialista il paziente dovrà attendere almeno 7 giorni prima di riprendere la normale attività quotidiana (anche sportiva) ma sempre con estrema attenzione. Le cicatrici dell’intervento generalmente non sono visibili, perché praticate all’interno della bocca, mentre qualora l’incisione sia stata praticata sotto il mento potrebbe rimanere una micro-cicatrice sottile e lineare poco visibile. In caso di malaroplastica, in particolare, vengono usate protesi di silicone solido o tramite iniezione di filler riassorbibili o permanenti o con il lipofilling.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di lifting viso?
Lifting viso
  • Testimonianze: (7)
  • Durata intervento: Da 1 a 3 ore
  • Anestesia: Anestesia locale / Sedazione o Anestesia generale
  • Controlli: 24 ore 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 10-15 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..