Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Marta Flavi: “Per pagarmi il naso nuovo ho venduto l’argenteria di famiglia”

Anche Marta Flavi, affascinante sessantasettenne in splendida forma, in gioventù ha patito per il suo naso aquilino e – quando era poco più che ventenne – ha deciso di vendere l’argenteria di famiglia per potersi pagare una rinoplastica dal chirurgo estetico. A parlare di questa esperienza è stata la stessa conduttrice – storico volto di canale 5 – che nel salotto di Caterina Balivo “Vieni da me” ha rivelato alcuni retroscena della sua gioventù. Un naso molto ingombrante, che la metteva terribilmente a disagio, la paura di non riuscire ad avere successo, il padre contrario all’operazione e - non ultima - la carenza di denaro per poter effettuare l’intervento.

“Per pagarmi il nuovo naso ho venduto l’argenteria di famiglia” – ha confessato – “Però non ho rubato niente. Ero di famiglia benestante, mio padre aveva costruito molto e si era fatto da solo e in casa dicevano sempre che era tutto nostro. E poi di argenteria ce n’era tanta…”. Tuttavia – ha continuato nel salotto della Balivo “Mio padre telefonava ai chirurghi e diceva loro che ero incapace di intendere e volere e che se mi avessero operato li avrebbe denunciati!”.

Insomma, la vecchiaia fa paura a tutti. Soprattutto ai vip!

“Invecchiare mi fa paura? – ha continuato la conduttrice – “Sì, certo, mi fa moltissima paura. Per le malattie, tanto per cominciare, e poi perché perdi delle persone che ami, che ti stanno vicino. Mi fa abbastanza paura, sì. Tutti desideriamo vivere fino a cent’anni ma per farlo bisogna diventare vecchi… E bisogna fare un po’ a patti tra le due cose.

Ma a quali interventi chirurgici si è sottoposta Marta Flavi?
“Mi sono rifatta il naso cento anni fa – ha aggiunto - è anche diventato più brutto. Ero ragazzina, si vede che è rifatto e adesso è tutto storto: dovrei rifarlo ma siccome non è stata una passeggiata me lo tengo storto. Avevo un naso da aquila, che in casa mia dicevano essere molto distinto, molto elegante… L’aquila lo è, io un po’ meno. Poi mi dicevano che Barbara Streisand aveva avuto successo nonostante il naso. E mi faceva imbestialire perché quella era la Streisand. Ma costava un botto e per pagarmi il nuovo naso ho venduto l’argenteria di famiglia per rifarmelo. C’era un armadio e ho dato fondo all’argenteria di famiglia. Non ho mai fatto invece il litfting, nemmeno le punture perché mi lascerebbero i lividi”.

Insomma, ciò che prima era un tabù oggi è diventata routine, l’importante – come ricordiamo sempre nelle pagine di questo blog informativo dedicato alla chirurgia estetica – è affidarsi sempre ad un chirurgo specializzato vero, competente e con esperienza, per evitare brutte sorprese.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di rinoplastica?
Rinoplastica
  • Testimonianze: (4)
  • Durata intervento: Da 45 minuti a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia generale e locale
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 7-10 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..