Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

La moda della chirurgia estetica tra i giovani: risponde l’esperto Marco Castelli

“Dobbiamo sfondare sul web".
È questa la parola d’ordine tra gli adolescenti e i ragazzi della società contemporanea, che – non soddisfatti del loro aspetto fisico – ricorrono al chirurgo estetico per migliorare le loro fattezze e apparire così più belli e appetibili nei selfie condivisi sui social.
Continua senza sosta, infatti, il boom di richieste da parte degli under 25 che richiedono interventi di chirurgia estetica di vario tipo – e in particolare al volto – per migliorare il proprio aspetto ed essere maggiormente apprezzati. Costi quel che costi.
L’input che genera questa esigenza sempre più forte – come è possibile facilmente intuire – sono i social network e la smania inarrestabile di mostrarsi e condividere tutto. Anche l’intimità.

Secondo gli ultimi studi dedicati, le operazioni di chirurgia plastica tra i giovani con età inferiore ai 25 hanno avuto una crescita esponenziale, non solo negli Stati Uniti, dove il boom è iniziato, ma anche nel nostro Paese, dove la mania sta letteralmente dilagando.
Non a caso, i giovani italiani trascorrono 5-6 ore a settimana davanti allo specchio e il desiderio di apparire belli, snelli e appariscenti rischia di diventare una vera e propria malattia. Tanto da essere associata alla dismorfofobia, ovvero una reale ossessione, che spinge la persona a voler migliorare il proprio aspetto a tutti i costi vendendo difetti anche dove non ce ne sono.
A sottolinearlo è il professore universitario Paolo Giovanni Morselli, che insegna chirurgia plastica all’Università di Bologna, il quale - durante un’intervista a “Quotidiano.net” - ha affermato di ricevere spesso “…richieste di adolescenti che mostrano fotografie dei modelli ai quali vorrebbero assomigliare: personaggi di successo dello spettacolo, della musica e campioni dello sport. Lo specialista coscienzioso deve studiare il caso e capire quando dire no alle richieste prive di fondamento”.

A confermare la presenza del fenomeno e – soprattutto – l’importanza dell’etica e della professionalità di chi opera nel settore della chirurgia estetica è il dottor Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale (qui il suo CV in pdf) che opera sia in Italia che in Svizzera: “Sebbene da parte dei giovani ci siano pressioni di vario tipo verso i genitori e poi verso i chirurghi ai quali decidono poi di rivolgersi, il chirurgo plastico ed estetico deve sempre mirare all’armonia generale delle forme e al benessere del paziente. Pertanto, se un difetto non esiste o le richieste e le aspettative del paziente sono esagerate – ha continuato Castelli – occorre segnalarlo e farlo capire chiaramente. Magari proponendo delle soluzioni alternative, meno drastiche, ed evidenziando l’importanza dell’armonia delle forme. Senza dimenticare l’importanza di comunicare e far capire che non ha alcun senso il desiderio di somigliare al vip del momento".

A determinare tutto questo c’è anche un’altra componente tipica delle giovani generazioni, le quali vedono nel sacrificio di una dieta alimentare o nella costanza nel praticare attività fisica un limite da superare. In sostanza, come dice lo stesso dottor Castelli: “Spesso un regime alimentare consigliato da un nutrizionista e una regolare attività fisica sarebbero sufficienti a ridurre - o addirittura eliminare completamente - i difetti che i giovani intendono cancellare rapidamente con un intervento di chirurgia plastica.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di lifting viso?
Lifting viso
  • Testimonianze: (7)
  • Durata intervento: Da 1 a 3 ore
  • Anestesia: Anestesia locale / Sedazione o Anestesia generale
  • Controlli: 24 ore 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 10-15 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..