Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

La chirurgia estetica e lo yoga facciale, per una pelle sempre giovane, elastica e luminosa

Il viso è un vero e proprio biglietto da visita per qualsiasi persona. È importante partire da questo fondamentale aspetto per curare correttamente la persona e l’aspetto fisico con l’obiettivo di sentirsi a proprio agio, comunicare il proprio stato e rimanere giovani il più a lungo possibile.

Allenare quotidianamente i muscoli del viso è senza dubbio un modo naturale ed efficace per ritardare gli inevitabili segni del tempo che scorre e aumentare la tonicità alla pelle del viso. Gli esercizi sono utili per prevenire e rallentare l’invecchiamento della pelle causato dai tanti fattori della vita quotidiana come - ad esempio - una eccessiva esposizione alle radiazioni UV (sia artificiali che naturali), una alimentazione squilibrata, cattive abitudini come il fumo o l’alcool, le condizioni ambientali (smog, inquinamento, ecc.), oltre naturalmente all’avanzamento dell’età. Naturalmente la ginnastica facciale – per quanto efficace – non è in grado di dare risultati duraturi nel tempo; per ottenere questo sarà necessario ricorrere all’aiuto di un chirurgo estetico, in grado di intervenire sulla pelle del volto del paziente in maniera visibile e duratura.

Tuttavia, anche dopo aver effettuato un intervento di lifting al viso, seguire dei piccoli e semplici esercizi di ginnastica facciale può rappresentare un valido aiuto per mantenere più a lungo i risultati ottenuti dalla chirurgia.

Sappiamo, infatti, che il volto ha una muscolatura particolare e ogni volta che facciamo una espressione - o lo muoviamo - si attivano più muscoli contemporaneamente, che sarà bene allenare e tonificare per mantenerli sempre in forma. Non a caso, l’ultima tendenza in voga tra le donne desiderose di tonificare la pelle del viso è lo yoga facciale con esercizi quotidiani che aiutano a mantenere un aspetto più disteso, una pelle elastica e luminosa. Questo – molto spesso – viene effettuato nell’attesa di poter adottare la soluzione definitiva con il lifting ovvero l’intervento di chirurgia estetica al viso. Con gli esercizi di yoga facciale la pelle e i tessuti vengono ossigenati, oltre che rilassati, e si favorisce anche l’assorbimento dei prodotti cosmetici di bellezza, che limitano la respirazione della pelle. Gli esercizi di prevenzione sono pochi e facili e - con un po’ di fantasia - è possibile gettare le basi del lavoro che il chirurgo dovrà poi effettuare, per restituire alla paziente una pelle fresca e giovane.

Il primo esercizio quotidiano consiste nel riscaldamento dei muscoli facciali: si può fare pronunciando 3 vocali, la A, I e la U ripetendo diverse volte anche al contrario, quindi prima la U, poi la A e, infine, per ultima la I. Subito dopo si passerà al secondo esercizio per un allenamento della parte bassa del viso, facendo una O con la bocca molto lunga, dopodiché si andrà a coprire i denti con le labbra serrandoli belli stretti. Facendo questo facile esercizio, ci si accorgerà di un iniziale allungamento dei tessuti, oltre che una distensione di tutta la parte laterale della bocca. Va da sé che verranno interessate anche le parti dove si formano le fastidiose rughe della faccia, come - ad esempio - tra le guance e la parte della bocca.

Uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti è quello destinato ad eliminare le fastidiose “zampe di gallina”, cioè le inestetiche rughe che si formano intorno agli occhi. In questi casi la ginnastica facciale è molto utile, ma per eliminarle per un periodo piuttosto lungo basterà intervenire con delle punturine di botulino. Del resto, le più comuni creme cosmetiche che troviamo in farmacia o nei supermercati non possono essere efficaci per eliminare o cancellare le rughe del contorno occhi come un intervento di estetica, ma possono aiutare a rallentare i segni dell’invecchiamento proprio come un esercizio di yoga che aiuta a distenderle. Un esercizio specifici per le zampe di gallina? Basterà posizionare le mani sulle tempie, appoggiando la base del palmo all’angolo degli occhi e delle sopracciglia, e premendo in su e indietro. Per facilitare l’esercizio bisognerà tenere gli occhi aperti all’inizio, poi con un po’ di forza si chiuderanno le palpebre per distendere tutta la parte alta della palpebra. Questo esercizio andrà ripetuto dalle 3 alle 5 volte, tenendo le mani dai 10 ai 20 secondi. Naturalmente, per avere una soluzione duratura e nettamente visibile già a colpo d’occhio è necessario ricorrere ad un intervento estetico, come la blefaroplastica.

Altro tipo di intervento chirurgico di estetica che viene richiesto dai pazienti è l’eliminazione del doppio mento, una prerogativa assai diffusa, provocata da un eccesso di grasso adiposo al di sotto della mandibola, cioè nella porzione anteriore del collo. In medicina estetica, per eliminare questo inestetismo, la soluzione più semplice è quella delle iniezioni a base di acido desossicolico da parte del chirurgo estetico specialista (parliamo di un acido biliare prodotto anche dal nostro fegato) oppure – per una soluzione più incisiva e duratura - con un lifting di liposuzione del collo. Ma anche qui, in attesa dell’intervento, sarà possibile in proprio ricorrere a degli esercizi di yoga facciale pronunciando semplicemente la lettera A in maniera rilassata, chiudendo con il labbro inferiore i denti e spingendo in avanti il mento distendendo tutta la parte bassa del collo. Con questo esercizio quotidiano si tonifica tutta la parte inferiore della mandibola e tutti quei muscoli che sono importantissimi anche per il volto.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di lifting viso?
Lifting viso
  • Testimonianze: (7)
  • Durata intervento: Da 1 a 3 ore
  • Anestesia: Anestesia locale / Sedazione o Anestesia generale
  • Controlli: 24 ore 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 10-15 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..