Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Italiani vanitosi: al 6° posto nel mondo per numero di interventi di chirurgia estetica

Per un istante, torniamo al Rinascimento e – più in generale al passato - in cui i grandi pittori e scultori lavoravano nelle corti e nei palazzi del Papato, per meglio immortalare la bellezza del committente. Avete presente la Gioconda? La Venere di Botticelli o il magnifico David di Donatello? O il “ritratto di un giovane” di Bronzino? Insomma una rivoluzione culturale che nel 1400 - da Firenze - si diffuse in tutta Europa come inno alla bellezza. I dipinti di Raffaello, ad esempio, incarnano l'idealizzazione della bellezza femminile, creando immagini di perfezione fisica.
Perché questo esempio? Perché in Italia c’è da sempre il gusto per la bellezza estetica, il piacere di apparire al meglio nel contesto sociale e nelle relazioni interpersonali, il gusto di vedersi belli allo specchio. Sono solo cambiate le forme e gli strumenti a disposizione, ma la ricerca della bellezza è stata da sempre un punto cardine della nostra cultura. ?Ecco perché siamo diventati il 6° Paese nel mondo per numero di interventi estetici.?
Certamente il dato va letto ed analizzato con attenzione, in quanto comprende anche le operazioni in seguito ad un incidente, ma sicuramente il nostro è un paese che tende al bello. Chi ci precede sono Stati Uniti, Brasile, Giappone, ma nella classifica dei top 10 entrano anche il Messico, l’India, Corea del Sud.?
In termini di professionalità, invece, l’Italia vanta il primato dei medici chirurghi, che qui raggiungono il top della preparazione e affidabilità anche grazie a leggi e norme che regolano la professione, in virtù della tutela della salute del paziente.
Ma chi si sottopone all’intervento chirurgico in Italia? Un dato ce lo fornisce l’Eurispes, che ha condotto uno studio ad hoc sul tema. Dalla ricerca emerge come a ricorrere alla chirurgia estetica siano soprattutto donne di età compresa tra i 18 e i 24 anni, mentre evidenzia un dato interessante relativo alle teenager, che per un 3,6% si è già rivolta ad un professionista medico, per effettuare un ritocchino con l’obiettivo di somigliare ai nuovi esempi che il web e la tv ci propinano quotidianamente.
Poi c’è la fascia che rappresenta il 2,2% del totale, che va dai 45 ai 64 anni; qui si tratta di persone che si rivolgono al chirurgo a seguito “dell’invecchiamento” della pelle e dei tessuti; parliamo principalmente di rughe, pelle, occhi e seno. Insomma, se dovessimo tirare una riga, dovremmo dire che sono ancora i giovani a curare maggiormente il proprio corpo.
Tutto questo genera un certo movimento economico che ancora oggi non è facilmente calcolabile nemmeno in termini di PIL, ma certamente è un cospicuo segmento che va ad aumentare anno per anno. Ecco perché - a fronte della richiesta sempre maggiore - è importante una sempre più attenta e qualificata professionalità. Il medico deve necessariamente informare il paziente dei risultati e delle modalità, oltre che del post operazione; è fondamentale rivolgersi ad un professionista e ad una struttura seria, che disponga di attrezzature nuove e adatte e personale sempre all’avanguardia.
Una volta scelto un medico competete e una struttura adeguata, potremo scegliere con tranquillità tra rinoplastica, mastoplastica, filler, liposuzione, blefaroplastica o l’intervento che credete sia necessario per la vostra perfezione. Poi sarà per voi un nuovo Rinascimento con la bellezza degli anni 2000.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di blefaroplastica?
Blefaroplastica
  • Testimonianze: (10)
  • Durata intervento: 1 ora
  • Anestesia: Anestesia locale ed eventuale sedazione
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 2 giorni dopo
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..