Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Generazione Selfie: è boom di ritocchi estetici al naso

È proprio così, che ci si creda o no: sempre più persone - sia ragazzi che adulti, di sesso femminile e maschile, ma tutti rigorosamente sotto i 40 anni di età - si rivolgono al chirurgo estetico per sottoporsi ad un intervento di rinoplastica. Il motivo? Non per una disfunzione in fase respiratoria o una malformazione genetica, ma solo ed esclusivamente perché non soddisfatti della propria immagine che rivedono sui social network, dopo un selfie condiviso in rete.

A mettere nero su bianco questi dati sono i chirurghi dell’American Academy of Facial Plastic and Reconstructive Surgery, che – in base alle informazioni e alle interviste raccolte – hanno evidenziato come lo scorso anno si sia registrato un aumento a doppia cifra della rinoplastica, con un bel +13%, rispetto al 2016.

Alla base di tutto c’è naturalmente un principio cardine: c’è chi accetta il proprio profilo “marcato” e ne fa un vanto in termini di personalità e c’è, invece, chi desidera invece sentirsi meglio con il proprio volto e opta per un intervento mirato a ridefinire i contorni del proprio naso, andando anche a correggere eventuali difetti funzionali. C’è poi chi decide di esagerare, fino ad arrivare a sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica non tanto per migliorare il proprio aspetto, ma per migliorare la qualità dei propri scatti fotografici, inevitabilmente condivisi in rete tra amici e anche con sconosciuti. In breve, per migliorare l’immagine di sé che hanno gli altri.

Ma come mai proprio oggi si registra questo boom di richieste di rinoplastiche?
La risposta è semplice: perché oggi – più che in passato - si condivide tutto in rete e in ogni istante della giornata. Occorre ricordare che farsi i selfie da una distanza molto ravvicinata - e senza il supporto del famigerato bastone che aumenta appunto la distanza tra la persona e l’apparecchio – produce scatti fotografici in cui il proprio naso appare più largo di almeno un 30%.

Per risolvere questo problema basterebbe poter ritoccare più facilmente le foto che vengono scattate: sarebbe sufficiente un’app in grado di ridurre automaticamente la larghezza del naso di quel 30%, proprio come avviene già oggi con i filtri bellezza. Ma non è così. E soprattutto questa consapevolezza non basta a far desistere la persona interessata a sottoporsi ad un intervento dal chirurgo professionista. Per questo, sempre più pazienti giovani – e in molti casi giovanissimi - arrivano dallo specialista con la voglia di rimodellare il proprio naso dopo essersi rivisti in foto.

Occorre sapere, però, che la rinoplastica – proprio come tutte le altre operazioni di chirurgia estetica - non modifica semplicemente il naso, ma cambia gli equilibri del viso.

“Se si desidera un cambiamento importante e si accetta il fatto che – oltre al naso – cambierà anche la percezione di sé allo specchio – ha commentato il dottor Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale ed esperto anche di rinoplastica – allora è opportuno parlare con un chirurgo ed esporre le proprie aspettative, i desideri e le problematiche fisiche e psicologiche legate al difetto specifico. In molti casi, però, i pazienti vengono con un ritaglio di giornale per somigliare al vip di turno e questo non può rappresentare una base per migliorarsi. È necessario fare prima un percorso psicologico per capire le reali problematiche.
Un professionista della chirurgia estetica, infatti, - ha continuato il chirurgo di Varese - deve essere in grado di far capire al paziente i pro e i contro di un intervento al viso, anche perché spesso dopo un intervento al naso non si modifica solo la forma ma anche la sua funzione interna. E ricordiamo che il naso non occorre che sia perfetto, ma deve essere armonia con il resto del viso”.
Non a caso, tra i trattamenti estetici più richiesti, in prima posizione troviamo ancora una volta quelli destinati al miglioramento dell’aspetto del viso, anche perché sono sempre meno lunghi, neo complessi e meno impegnativi anche nell’iter post operatorio.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di rinoplastica?
Rinoplastica
  • Testimonianze: (4)
  • Durata intervento: Da 45 minuti a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia generale e locale
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 7-10 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..