Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Chirurgia plastica: non solo viso e corpo in perfetta forma

Giornate passate a pensare in modo negativo al proprio aspetto fisico, notti insonni a immaginare i pensieri altrui riguardo il proprio corpo o viso, incubi e aiuto di psicologi per migliorare il proprio “io”: alcune imperfezioni fisiche possono tramutare la vita in un vero e proprio inferno.

Ormai è noto da tempo che questo tipo di problematiche tendono – in alcuni casi – a degenerare all’estremo, fino all’autolesionismo, quando invece basterebbe un incontro o un consulto con un chirurgo plastico riconosciuto e specializzato per risolvere in tutto o in parte il problema esistente, che mina la salute mentale del paziente.

Non è caso fare riferimento alla psiche del paziente: è vero che l’aspetto esteriore influenza la sfera della vita in ogni sua forma, ma è altrettanto vero che a volte sono le persone a vedersi imperfette e con molti più difetti di quanto non lo siano davvero. È per questo motivo, unito a tanti altri, che oggi la chirurgia plastica assume un’importanza sociale e reale sempre maggiore, senza più quel falso alone che portava a credere che l’intervento estetico fosse esclusivamente il risultato di un desiderio di apparire più belli. Senza considerare un aspetto oggi fondamentale: il legame con la psiche delle persone. La medicina e la chirurgia estetica aiuta anche l’aspetto psicologico del paziente. Ogni parte del corpo può essere trattata in chirurgia estetica; i principali interventi richiesti dai pazienti di tutto il mondo sono principalmente blefaroplastica, rinoplastica, liposuzione, addominoplastica, lifting e mastoplastica.

La chirurgia plastica aiuta nell’intimo il paziente che desidera un aspetto diverso, vuole specchiarsi e vedersi “meglio” e in linea con la socialità, avere una immagine senza troppi difetti. E allora cresce l’autostima, la sicurezza in sé stessi e il benessere psicologico. Con un intervento da parte di un professionista specializzato, si è in grado di eliminare – o ameno ridurre - difetti estetici congeniti o legati all’avanzamento degli anni, con l’impiego di materiali di ultima generazione oramai perfettamente tollerati e garantiti.

Immaginate quanti personaggi famosi sono ricorsi alla chirurgia estetica e quanti altri avrebbero potuto correggere difetti ancora oggi evidenti! avrebbero avuto bisogno della chirurgia plastica! Ad esempio, Owen Wilson porta con orgoglio il suo setto nasale vistosamente deviato, ricordiamo Harrison Ford con la sua cicatrice sul mento, ma anche Brad Pitt che un piccolo difetto lo aveva, ma lo ha eliminato con un intervento di otoplastica (le antiestetiche orecchie a sventola). Ma se vogliamo, entriamo nella storia con il famoso ritratto di Federico da Montefeltro, duca di Urbino, ritratto da Piero della Francesca. La storia ci dice che - intorno al 1450 – durante un torneo – venne ferito con una lancia e perse l’occhio destro. Si narra che prese la decisione di farsi tagliare la parte superiore del naso, per non ostacolare la vista dell’occhio sinistro. Potrebbe trattarsi del primo caso di rinoplastica mai avvenuto? E per rimanere alla rinoplastica potremmo parlarvi di Barbara Streisand, Sarah Jessica Parker o la nostra Francesca Inaudi, tutte caratterizzate da nasi pronunciati. Insomma, gente di successo che accetta il proprio essere senza troppo malessere. Ma non è sempre così: l’intervento di rinoplastica è uno dei più richiesti, anzi è saldamente tra i primi quattro posti e i pazienti non lo fanno mai per puro vezzo o capriccio. Spesso si hanno problemi respiratori o problemi nel sonno; chi si sottopone a un intervento di chirurgia al naso riceve benefici che vanno al di là di un aspetto più gradevole. E questo discorso vale sia per le donne come per gli uomini. Altro aspetto molto comune è il seno abbondante: qui si parla di mastoplastica riduttiva che consente di ridurre le dimensioni del seno troppo voluminoso e cadente o di correggere un’asimmetria mammaria.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di rinoplastica?
Rinoplastica
  • Testimonianze: (4)
  • Durata intervento: Da 45 minuti a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia generale e locale
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 7-10 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..