Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

La chirurgia estetica non è più una vergogna! Parola di Raffaella Fico

La notizia di questi giorni che squarcia il velo di riservatezza che spesso avvolge la chirurgia estetica è che una “VIP” del mondo dello spettacolo esce allo scoperto e ammette pubblicamente di aver fatto ricorso al chirurgo estetico. Parliamo della showgirl Raffaella Fico, nota alle cronache per i suoi fidanzamenti con calciatori, la sua partecipazione al “grande fratello 8” e per il fatto di aver partorito una bellissima bimba dopo la fine del rapporto di amore con il calciatore Balotelli. Oggi la Fico vive con l’attuale compagno Alessandro Moggi e parla di una nuova vita familiare, professionale ed artistica, che però la obbliga ad uscire allo scoperto e rivelare qualcosa di sé. Soprattutto per evitare le chiacchiere: ammette di essersi rivolta alla chirurgia estetica per “rifarsi” il seno, ma non le labbra, e nega di aver corretto altre parti del corpo come invece le imputavano i social.

Ma questo è il rischio che corre ogni personaggio pubblico e dello spettacolo sottoposto alla gogna mediatica, anche solo per aver avuto il piacere di vedersi più belli e in sintonia con il proprio corpo, sia da un punto di vista fisico, sia psicologico.

Ma attenzione quando leggiamo sui giornali - o sentiamo alla televisione o sui social – di persone che hanno deciso di “rifarsi il seno”! In effetti parliamo di un intervento di chirurgia plastica ed estetica, il cui vero nome è mastoplastica. Questa può essere additiva e riduttiva in base ai desideri della paziente che si sottopone all’intervento. Questo tipo di operazione può essere scelto per varie motivazioni, che possono essere anche dovute a patologie invalidanti, come ad esempio quelle tumorali (anche se in questo caso parliamo di mastectomia per l’asportazione di una ghiandola), o dettate dallo svuotamento delle mammelle dopo l’allattamento o ancora dovute ad un forte e veloce dimagrimento. Ma non è tutto, perché spesso c’è – al contrario – la necessità di ridurre le dimensioni del seno, spesso a causa di un problema psicofisico, spesso a causa di una sofferenza a livello. Altri motivi validi per recarsi dal chirurgo specialista sono – ad esempio - un volume troppo esiguo delle ghiandole mammarie o una acclarata e congenita disarmonia tra i due seni, normalmente dovuta a dimensioni molto diverse tra loro. In breve, sono tanti i motivi per voler ricorrere al chirurgo estetico, pertanto non esiste ragione per cui rivelarlo e parlarne debba essere una vergogna!

Fondamentale per la paziente - prima di ogni intervento di qualsiasi natura - è la conoscenza del professionista a cui ci si rivolge ed instaurare un rapporto di fiducia, consultarsi con lui per capire i pro e i contro, i termini dell’intervento, il pre e il post operazione, i tempi di ripresa del lavoro o delle attività in generale. Importantissimo sarà conoscere e vedere la struttura dove si viene operati, gli assistenti del professore e l’attrezzatura che viene utilizzata. Un buon chirurgo in fase di incontro illustrerà, come dicevamo, al paziente tutta la prassi e i relativi rischi, dall’anestesia al decorso post-operatorio, nonché una previsione abbastanza veritiera di quelli che saranno i risultati futuri sul seno della paziente. Infine, sarà bene far conoscere al chirurgo tutti gli eventuali dubbi e le perplessità prima di procedere con l’operazione, soprattutto se si ha ancora qualche incertezza a livello psicologico.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di mastoplastica additiva?
Mastoplastica additiva
  • Testimonianze: (11)
  • Durata intervento: Da 1 a 2 ore
  • Anestesia: Anestesia generale
  • Controlli: 24 ore 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 7-10 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..