Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Chirurgia estetica alle parti intime per fermare il tempo che avanza: cosa sapere

Tutto il corpo invecchia inesorabilmente con l’avanzamento dell’età: è normale e naturale, ma sta ad ognuno di noi cercare di rallentarne gli effetti dell’invecchiamento e – per fortuna – ci viene in aiuto la chirurgia estetica, sempre più sicura ed evoluta per garantirci dei risultati soddisfacenti e duraturi. Anche quando parliamo di parti intime, il discorso non cambia, anche perché in certe zone del corpo il fastidio e il disagio possono essere ancora maggiori. E non è un caso che – proprio negli ultimi anni - sia aumentata la richiesta dei “ritocchino intimi” da parte delle pazienti donne, che hanno così abbattuto un tabù generazionale e pieno di pregiudizi, fino a registrare un incremento del 30% delle richieste di interventi di plastica vaginale.

Come il resto del corpo, i genitali esterni vanno incontro a un processo di naturale invecchiamento, anche se non dobbiamo dimenticare che alcune di queste problematiche coinvolgono ragazze in giovane età, a causa di un problema che spesso è congenito e legato alle piccole labbra molto più lunghe del normale. Questa piccola malformazione può dare problemi nei rapporti sessuali ma anche nella vita di tutti i giorni, come - ad esempio - nell'indossare dei pantaloni troppo aderenti. Per questo, sempre più frequentemente, ci si sottopone ad un intervento di labioplastica per modificarne la dimensione, normalmente per ridurre il volume dei tessuti, ma a volta anche per aumentarli.

Come sempre, è fondamentale il dialogo continuo con il chirurgo estetico che deve, in sede di visita preliminare, valutare attentamente la situazione e capire se l’intervento è necessario e risolutivo. Solo lui potrà valutare obiettivamente il problema e stabilire se l'operazione è effettivamente necessaria, dopo aver analizzato tutti gli aspetti inerenti i tessuti della vulva e del pube.

Ma chi decide di rivolgersi alla labioplastica? Questo tipo di intervento è richiesto dalle pazienti di età compresa tra i 40 e i 60 anni, non solo per il rilassamento delle labbra o per il loro invecchiamento, ma anche in conseguenza di una gravidanza e il parto naturale e quindi a seguito di un forte cambiamento della vagina. In questo caso, con l’intervento della labioplastica si corregge la cicatrice asportando il tessuto delle piccole labbra danneggiato dal parto o per riportare a condizioni normali l’apertura della vagina. Molto spesso, infatti, in seguito al parto e all’episiotomia l’apertura può risultare ingrandita o asimmetrica.

Tornando alla natura e al tempo che avanza, va specificato che le grandi labbra - con gli anni -perdono tessuto adiposo e quindi volume, mentre le piccole labbra possono subire un allungamento verso il basso, diventando più sporgenti. In questo caso, la tecnica che il chirurgo userà è quella della ninfomeiosi, cioè la divisione delle piccole labbra attraverso la rimozione della parte in eccesso e, contestualmente, a seconda dell'esigenza della paziente, nell'ingrandimento delle grandi labbra mediante l'infiltrazione di grasso autologo, proprio come avviene per la liposcultura.

L’intervento alla vagina viene fatto in regime ambulatoriale o day hospital e viene realizzato in anestesia locale. Normalmente l’intervento ha una durata di circa 40 minuti e il recupero è molto veloce, senza particolari complicazioni. Tuttavia, è necessario un periodo di riposo e astenersi sia dalle attività sportive per 15 giorni che da quella sessuale per circa un mese.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di labioplastica?
Labioplastica
  • Durata intervento: 30 minuti
  • Anestesia: Anestesia locale associata a sedazione
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 2 giorni
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..