Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Come combattere le borse sotto gli occhi? Con la blefaroplastica!

È diventato un intervento semplice ed efficace, che riesce a donare nuovamente un nuovo aspetto agli occhi e alle palpebre e a far in modo che lo sguardo acquisti la lucentezza e freschezza, tipica degli anni della gioventù. Parliamo della blefaroplastica, un intervento di chirurgia estetica tradizionale oggi sempre più diffuso e apprezzato.
“Un modo per buttarsi alle spalle gli anni che passano e che in qualche modo segnano il nostro volto, in particolare nella zona degli occhi e delle palpebre – fa sapere il dottor Marco Castelli, chirurgo estetico specializzato in blefaroplastica sia superiore che blefaroplastica inferiore - che, grazie ad un veloce e risolutivo intervento estetico permette di correggere gli inestetismi dati dal naturale rilassamento delle palpebre”.
Queste, infatti, con il passare degli anni tendono a diventare cadenti. E non è un caso se questo intervento è oggi tra i più richiesti dai pazienti Italiani, unitamente alla rinoplastica, alla mastoplastica additiva per aumentare il volume del seno (un po’ meno la riduttiva), al lifting e alla liposuzione. Come già accennato in altri approfondimenti di questo blog, la sommatoria di questi interventi – insieme a tutte le altre operazioni di chirurgia estetica plastica effettuate ogni anno nel nostro Paese - portano l’Italia al 5° posto tra le nazioni. Pensate che proprio la blefaroplastica si “piazza” al terzo posto tra gli interventi più richiesti e praticati dai medici chirurghi specializzati.

E - prima di andare avanti con il discorso sugli aspetti pratici del tipo di intervento - è fondamentale soffermarci sull’aspetto forse più importante in tema di chirurgia estetica e plastica: la scelta dello specialista a cui rivolgersi. È fondamentale cercare di conoscere il più possibile il professionista, chiedere sempre un colloquio iniziale con il chirurgo che dovrà fornire il più possibile informazioni circa l’intervento, il luogo dell’intervento, il personale che lo affianca, il materiale che viene usato e magari inserito/iniettato, il pre e post operazione, i tempi di degenza e il ritorno alla quotidianità e - perché no - l’efficacia dell’intervento in base alle aspettative del paziente.

Tornando al nostro intervento di blefaroplastica, è bene sottolineare che si tratta di un’operazione poco invasiva e che consiste nel rimodellamento nel viso della cute della zona palpebrale superiore, ma è richiesto sempre più spesso, anche la parte inferiore delle palpebre se non di entrambe. A livello pratico, stiamo parlando quindi (in fatto di palpebra superiore) dell’asportazione di una piega di cute al fine di far combaciare la piccola ma inevitabile cicatrice con una piega anatomica naturale e quasi invisibile ai più, in modo da non creare squilibri anche visivi, oltre che psicologici per la paziente. Per quanto riguarda, invece, l’intervento alla palpebra inferiore, il taglio viene eseguito leggermente al di sotto delle ciglia, in modo che queste andranno poi a coprire la cicatrice dopo l’intervento.

Normalmente, questo tipo di intervento viene fatto in regime di day-hospital, in modo da non appesantire il paziente con un ricovero (seppur breve), in anestesia locale (ovviamente con una sedazione leggera ma necessaria) e - al termine dell’intervento - normalmente non presenta grandi controindicazioni se non alcune accortezze da seguire su indicazione del chirurgo. Ad esempio, sarà importante nei giorni successivi l’intervento non esporsi direttamente ai raggi solari e - in generale - alla luce diretta del sole, dormire con la testa sollevata da un paio di cuscini e fondamentale sarà idratare frequentemente gli occhi con delle apposite lacrime artificiali al fine di velocizzare la guarigione. Dopo circa una settimana, il paziente può tornare alla sua vita quotidiana.

Vuoi approfondire il tema della blefaroplastica? Vuoi capirne di più parlandone con il chirurgo?


Vuoi piú informazioni sull'intervento di blefaroplastica?
Blefaroplastica
  • Testimonianze: (10)
  • Durata intervento: 1 ora
  • Anestesia: Anestesia locale ed eventuale sedazione
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 2 giorni dopo
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..