Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Blefaroplastica, le ultime novità della chirurgia estetica per l’intervento più richiesto dagli italiani.

Illumina uno sguardo spento, ridona agli occhi il loro antico splendore eliminando la palpebra caduca che li rimpiccolisce. Ecco perché quello della blefaroplastica è l’intervento più richiesto e in continua evoluzione.

Tutte le donne sanno quanta importanza abbia uno sguardo seducente ed è per questo motivo che - fin dalla notte dei tempi - si è sempre cercato di valorizzare gli occhi con il trucco. Già gli antichi egizi usavano truccare gli occhi con la malachite, un carbonato di rame verde intenso, e la galena, solfuro di piombo di colore scuro intenso, per renderli più attraenti e misteriosi; me nessun make-up può sanare i danni che il tempo infligge ai nostri occhi, che - dopo una certa età - appaiono sempre stanchi e spenti proprio a causa delle palpebre cadenti.

Per il momento, l’unico intervento capace di eliminare i segni del tempo su questo nostro prezioso organo rimane la chirurgia estetica. Non a caso, quello della blefaroplastica rimane l’intervento più richiesto e ricopre ben il 65% di tutti gli interventi richiesti per migliorare l’aspetto fisico. Al secondo posto troviamo la rinoplastica, con il 12%.

L’intervento di blefaroplastica inferiore è un modo veloce per ritrovare la giovinezza dello sguardo che - a sua volta - donerà una ritrovata giovinezza a tutto il viso.
È un intervento chirurgico a tutti gli effetti che prevede un taglio sulla palpebra, la rimozione della pelle in eccesso e la sutura finale.
Il ritorno alla normale vita sociale è previsto in 5-10 giorni. La blefaroplastica viene eseguita in anestesia locale, in alcuni casi associata ad una sedazione. Per questo intervento non è prevista la degenza e gli ematomi e/o gli edemi che si formano a causa dell’intervento vengono riassorbiti nel giro di due settimane.
I punti di sutura vengono rimossi dopo qualche giorno.

La blefaroplastica superiore viene effettuata praticando un taglio nella piega della palpebra superiore. Per la blefaroplastica inferiore, quella più in voga, il taglio viene praticato appena sotto l’attaccatura delle ciglia.
Per quanto riguarda l’eliminazione delle borse sotto gli occhi, inestetismo che può insorgere anche in giovane età e che ha diverse origini, è stata messa a punto una nuova tecnica che non prevede incisioni. Con la blefaroplastica congiuntivale, questo il nome della nuova tecnica, l’inestetismo viene eliminato attraverso l’interno della palpebra inferiore.

Ma la vera rivoluzione per la blefaroplastica è l’impiego del laser al posto del bisturi.
Viene chiamata la blefaroplastica dell’ora di pranzo, proprio perché è veloce e non prevede né tagli né sutura. Subito dopo l’applicazione la pelle del contorno occhi apparirà arrossata con delle piccole crosticine, che scompariranno nel giro di due giorni. La blefaroplastica senza bisturi viene effettuata in anestesia locale ed utilizza il laser CO2 frazionato; un fascio di luce concentrato sulla pelle in eccesso della palpebra interessata, ne provoca la contrazione che crea un effetto di riduzione. In seguito a questo stimolo, il collagene naturalmente contenuto nella nostra pelle, sarà indotto a riprodursi; in questo modo l’epidermide del contorno occhi nel giro di qualche giorno apparirà più distesa, elastica e tonica.
Con questa tecnica non si produce sanguinamento in quanto non vengono interessati i vasi sanguigni.

Qualsiasi sia la tecnica usata per realizzarla, la blefaroplastica non dà risultati definitivi ed il problema si riproporrà dopo 10-15 anni a causa del normale rilassamento e reinvecchiamento della pelle dovuto allo scorrere del tempo.

Ci sono casi in cui la blefaroplastica non può essere praticata, ad esempio, come in caso di glaucoma, perché aumenta la pressione oculare; viene sconsigliata in caso di problemi di coagulazione o difetti di cicatrizzazione.
È sconsigliata anche in caso di occhio molto sporgente (causato dall’ipertiroidismo) perché potrebbe dare luogo a delle complicazioni.

È sempre meglio non effettuare una blefaroplastica durante la stagione estiva anche se non ci si espone al sole, in quanto il caldo, l’umidità ed il sudore ostacolano la cicatrizzazione.
Sono sconsigliati anche i periodi troppo freddi; meglio scegliere stagioni miti.
Ma il principe dei consigli, qualunque sia la tecnica scelta per l’intervento, è sempre lo stesso: rivolgersi a professionisti qualificati, che dopo un’attenta anamnesi, sapranno consigliarci per il meglio intervenendo con perizia e professionalità.


Vuoi piú informazioni sull'intervento di blefaroplastica?
Blefaroplastica
  • Testimonianze: (10)
  • Durata intervento: 1 ora
  • Anestesia: Anestesia locale ed eventuale sedazione
  • Controlli: 7 giorni dopo
  • Ritorno alle normali attività: 2 giorni dopo
Chiedi, siamo a tua disposizione!
Nome *
Telefono
E-mail *
Note
Acconsento al trattamento dei dati (D.lgs. 196/2003)
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..