Uomini e chirurgia estetica: è boom di richieste

La chirurgia estetica ha conquistato anche il mondo maschile. Sempre più uomini, infatti, ricorrono al chirurgo estetico per uno o più ritocchini, tanto che, negli Stati Uniti, negli ultimi sei anni, le richieste sono raddoppiate e negli ultimi venti anni sono addirittura quadruplicate.

Come ha rilevato la Federazione Italiana Medicina Estetica (FIME), si tratta di una tendenza che non conosce crisi, che riguarda soprattutto i giovani e soprattutto continua a crescere nel corso degli anni: mai come oggi gli uomini decidono di ricorrere alla chirurgia plastica per migliorare il proprio aspetto e sentirsi più sicuri.

Ma vediamo più da vicino i numeri e l’entità di questo fenomeno in continua crescita. Solo nel 2016, negli Stati Uniti, gli interventi di chirurgia estetica sugli uomini sono stati un milione e duecentomila e – secondo le stime – tenderanno ad aumentare. Se guardiamo agli anni corsi, infatti, scopriamo che rispetto a sei anni fa l’aumento di richieste di interventi di chirurgia estetica da parte degli uomini è stata del 101%, mentre rispetto a dieci anni fa è stata del 300%.

Ma cosa richiedono, in particolare, gli uomini che vanno dal chirurgo plastico?
Al primo posto troviamo la liposuzione, seguita dalla ginecomastia (ovvero la riduzione del volume del seno), dalla blefaroplastica, rinoplastica (leggi l’articolo dedicato a chi desidera rifarsi il naso) e lifting del viso.

Anche nel nostro Paese sta iniziando a registrarsi questa stessa tendenza.
“Gli uomini – ha commentato Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale – curano sempre di più il loro corpo, sono sempre più attenti alle novità del mondo bellezza e benessere, acquistano prodotti studiati per le loro esigenze, si rivolgono regolarmente al personal trainer per migliorare la loro forma fisica e naturalmente iniziano a rivolgersi sempre più frequentemente anche al chirurgo estetico per intervenire sui difetti che non possono essere risulti diversamente”.

Anche nel nostro Paese, gli interventi più richiesti sono quelli maggiormente in voga negli Stati Uniti, ma spicca tra tutti la rinoplastica, che in Italia si attesta al primo posto, con un vero e proprio boom di richieste.

Ma come mai questa corsa al chirurgo estetico anche da parte degli uomini?
“Le ragioni sono tante e diverse – ha continuato Castelli – perché ogni storia è un caso a se stante e presenta delle caratteristiche diverse. In linea generale, però, è possibile affermare che anche gli uomini – proprio come le donne – sentono sempre di più l’esigenza di avere un’immagine curata e meno stressata, anche per apparire al meglio di fronte ai familiari e alle altre persone con cui si relazionano quotidianamente”.

In fondo, il culto del bello è sinonimo dell’Italia e della sua cultura, pertanto questa tendenza è destinata ad aumentare in modo significativo.


Archivio news >