Rughe naso labiali: tecniche innovative per un viso più giovane

Le rughe naso labiali sono il segno inesorabile del passare degli anni, un fenomeno che colpisce tutti e in età variabile. Sicuramente, alcune situazioni accelerano sensibilmente il formarsi di queste fastidiose e antiestetiche pieghe della pelle, dovute principalmente alla progressiva e naturale diminuzione di collagene. Tra le cause principali che accentuano il problema possiamo citare l’ambiente in cui viviamo, sempre più inquinato dallo smog e da un’aria poco salutare anche per la pelle, l’errata esposizione ai raggi solari sempre più nocivi, la mancanza di cura per il proprio corpo e certi comportamenti sbagliati, come l’eccesso di fumo e di alcolici.

La parte più colpita dal processo di invecchiamento e dalla formazione delle rughe naso labiali è senz’altro il viso, dove la carenza di elastina nella pelle si evidenzia soprattutto intorno agli occhi, in corrispondenza del naso e intorno alle labbra. Esistono alcuni palliativi che possono ritardare il formarsi delle rughe; tra questi troviamo sicuramente un buon sonno di almeno sette ore a notte, il riposo dei muscoli facciali da malsane espressioni o tic, una adeguata pulizia del viso da truccocorretta idratazione del corpo (è opportuno bere sempre molta acqua perché fa bene al fisico in generale) e della pelle (uso di creme per elasticizzare).

Ma entriamo nel dettaglio e vediamo più da vicino cosa sono esattamente le rughe del viso e in particolare quelle naso labiali che, insieme a quelle degli occhi, sono le più temute dalle donne (e non solo). Queste rughe si formano sulla zona del naso e la bocca, creando delle linee sottili e poco profonde, che modificano l’espressione e lo sguardo del viso; si formano a causa dello scivolamento dei tessuti e della mancata aderenza della pelle ai muscoli mimici sottostanti: questo comporta una vera e propria trasformazione estetica.

Una tecnica per contrastare questi segni con materiali riassorbibili è attraverso l’intervento di un chirurgo estetico specializzato e professionistico, con l’iniezione di collagene o di acido jaluronico (comuni filler ormai diffusissimi), che però possono essere iniettati solo superficialmente. Il collagene è una proteina di sintesi che viene inoculata nello spessore della pelle, in corrispondenza di ogni singola ruga, ma ha una durata limitata nel tempo e l’effetto è visibile solo per alcuni mesi. L’acido ialuronico si divide in due tipi, il classico Restylane e il reticolato; quest’ultimo ha una maggiore durata, ma deve essere impiantato più profondamente nella pelle ed è indicato principalmente per le rughe labiali che sono più profonde.

Ad oggi, non esistono e non sono state segnalate controindicazioni legate al trattamento delle rughe del volto con acido ialuronico; al contrario numerosi studi effettuati hanno dimostrato un’elevata sicurezza e compatibilità con i tessuti umani e nessuna reazione di tipo allergico al materiale, quando questo viene iniettato per la correzione delle rughe naso-labiali.

Naturalmente – come accennato sopra - è necessario che questa attività sia svolta da professionisti medici, come i chirurghi o i medici estetici, che - dopo una accurata visita specialistica - faranno la scelta del miglior filler da utilizzare sulla pelle del paziente. La scelta del miglior filler spetta, infatti, al medico che dovrà prima valutare in modo accurato e approfondito il viso del paziente, per poi decidere qual è la tipologia di sostanza più adatta per correggere l'inestetismo.


Archivio news >