Ringiovanire gli occhi con la chirurgia estetica

Ringiovanire e illuminare lo sguardo per rendere il volto più armonico, proporzionato ed esteticamente gradevole è uno dei desideri più diffusi tra le donne di oggi, soprattutto quelle over 40.
Per questo, ridare vitalità e giovinezza agli occhi è uno degli obiettivi del dottor Marco Castelli, chirurgo estetico di fama internazionale, che opera da anni con grande successo sia in Italia che in Svizzera.

“L’importante è capire il reale bisogno delle pazienti – fa sapere il chirurgo – le loro necessità, per questo la prima seduta è sempre esclusivamente conoscitiva; serve a capire le insicurezze, i desideri e le aspettative del paziente. Solo così è possibile consigliare la soluzione migliore”.

Ricordiamoci, infatti, che gli occhi sono importantissimi, perché rispecchiano la nostra anima, riflettono direttamente i nostri pensieri e il nostro stato d’animo; lo stesso Shakespeare diceva che: “Gli occhi sono lo specchio dell’anima”.

Non a caso, uno degli interventi più frequentemente richiesti al professor Marco Castelli dalle sue pazienti è proprio l’intervento di blefaroplastica, ovvero l’operazione di chirurgia estetica finalizzata a rimediare ad alcuni inestetismi della zona occhi, come palpebre cascanti, borse, occhiaie e rughe profonde, quelle che comunemente vengono definite “zampe di gallina”. Questo tipo di intervento punta a migliorare lo sguardo nel suo complesso attraverso la rimozione dell’adipe localizzata sopra o sotto gli occhi e del tessuto cutaneo in eccesso.
Grazie a questo intervento, che generalmente ha una durata di poche decine di minuti e che si effettua in anestesia locale, è possibile cambiare nettamente l’aspetto del proprio sguardo, regalando a questa parte del volto giovinezza e luminosità, un aspetto che migliora l’estetica di tutto il viso.

“La chirurgia contemporanea – ha concluso il professor Castelli - consente ormai di correggere in maniera evidente e duratura molti degli inestetismi congeniti - o acquisiti con l’avanzare dell’età - nella zona perioculare. L’obiettivo è naturalmente restituire armonia e luminosità ad uno sguardo che si è progressivamente spento per una serie di concause, che possono variare o essere più intense da persona a persona, come l’avanzare degli anni, le condizioni atmosferiche, lo stress, le esperienze personali, ecc”.

Come ricordiamo sempre in questi articoli di approfondimento, poiché la zona degli occhi è decisamente molto delicata - sia dal punto di vista anatomico che funzionale e molto più che altri punti del corpo - è fondamentale mettersi nelle mani di un chirurgo estetico professionista, regolarmente iscritto all’albo e con esperienza nel settore. Solo in questo modo si potrà intervenire con precisione e si potrà garantire il risultato di uno sguardo naturale, gradevole e fresco, senza stravolgere il volto o renderlo artefatto.


Archivio news >