Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Mastopessi

La mastopessi è un intervento di chirurgia estetica finalizzato a rimodellare e dare sostegno al seno cadente, riposizionando la ghiandola mammaria ed il complesso areola-capezzolo. L'operazione è consigliata alle pazienti con evidenti segni di rilassamento, cedimento e svuotamento dei tessuti a seguito di gravidanze e/o allattamento, di un forte dimagrimento o di invecchiamento cutaneo. Grazie alla mastopessi infatti il seno appare più sollevato, compatto e tonico, il tessuto in eccesso viene asportato e le forme risultano più armoniche.

I risultati di questa tipologia di lifting del seno sono duraturi e visibili fin da subito, regalando nuova femminilità e ponendo fine ad una delle fonti di disagio più significative per le donne.

Fra i casi clinici più comunemente risolti attraverso l'intervento di ricostruzione seno vi sono alcune problematiche dovute in particolare al cedimento o ad un eccesso di tessuti cutanei, ma anche malformazioni al seno, capezzoli orientati verso il basso, mammelle cadenti e poco toniche e pieghe sottomammarie troppo coperte.

La prima visita con lo specialista è fondamentale per comprendere le aspettative e valutare il quadro clinico della paziente. In quella sede è possibile inoltre conoscere i costi della mastopessi, l'esito cicatriziale, le eventuali complicazioni e le procedure.

L'operazione di mastopessi dura circa due ore e si svolge in anestesia generale o locale con sedazione. E' importante rispettare il digiuno dalla mezzanotte precedente all'intervento. All'arrivo in clinica, dopo la visita dell'anestesista e la valutazione degli esami di laboratorio e dell’elettrocardiogramma, si procede all'intervento chirurgico in cui si asporta uno scudo cutaneo eccedente e si riposizionano i tessuti per ricostruire il cosiddetto cono mammario e creare la forma del seno desiderata. Ad intervento concluso si effettua un bendaggio e se necessario si inseriscono dei drenaggi. La paziente viene lasciata riposare per alcune ore e successivamente potrà fare ritorno alla propria abitazione accompagnata da un familiare. Dopo circa 7-10 giorni è possibile riprendere le normali attività.

A seconda delle necessità estetiche e fisiologiche della paziente si può intervenire anche con una mastopessi additiva con la quale, oltre a sollevare il seno ed a renderlo più turgido e sodo, si inserisce una protesi mammaria per dare più volume. Un'altra variante è invece la mastopessi riduttiva, attraverso la quale viene sollevato il seno, eliminato l'eccesso di tessuto e diminuito il volume. Si differenzia dalla mastoplastica riduttiva che è invece finalizzata alla sola riduzione del seno.

In tutti i casi alla base dell'operazione vi è la ricerca del risultato estetico ideale ma sempre rispettando la funzione della ghiandola mammaria, in caso di gravidanze future.

faq

+ click to show
E’ vero che la mastopessi lascia cicatrici evidenti?
Sicuramente nella mastopessi il problema cicatrici è più importante rispetto a una mastoplastica additiva. Normalmente residuano 2 cicatrici, una rotonda periareolare, e una lineare verticale che dal bordo inferiore dell’areola scende verso il solco sottomammario.Normalmente queste cicatrici non pongono problemi estetici rilevanti, ma in soggetti predisposti alla cicatrizzazione ipertrofica possono non essere esteticamente soddisfacenti.
La sensibilità dell’areola e del capezzolo si alterano?
E’ normale che per i primi 2-3 mesi la sensibilità sia alterata, ma dopo tale periodo tutto torna come prima. Sono descritti però casi di alterazione permanente, per fortuna eccezionali.
Si può risollevare il seno e nel contempo aumentarlo di volume?
Certamente si, molto frequentemente. In questi casi si impianta contemporaneamente una protesi mammaria.
Si può allattare dopo un intervento di mastopessi?
Sicuramente si. Come per la mastoplastica additiva, la funzione viene sempre preservata.
Testimonianze
Emilie - inserita il 27/03/2017

Il décolleté è sempre stato il mio punto forte per questo alle prime smagliature sono corsa subito ai ripari! Il Dottor Castelli mi ha rassicurata garantendomi che con una mastopessi ben fatta sarebbe tornato tutto come prima e così è stato! Grazie dottore e grazie a tutto lo staff.

L'utente ha selezionato l'anonimato - inserita il 15/02/2017

Dopo aver allattato i miei figli il mio seno era cadente e svuotato e io non riuscivo più a guardarmi allo specchio, vivevo male l’intimità con mio marito e la mia autostima era scesa a picco. Un’amica mi ha consigliata di rivolgermi al Dottor Castelli per una mastopessi.
Ora è come se stessi vivendo una seconda giovinezza!

Giulia - inserita il 06/02/2017

Grazie a tutti!!! Dalla persona al telefono che mi ha fissato l’appuntamento con sincera cordialità, all’infermiera che mi ha rassicurata fornendomi preziose indicazioni mediche, e per ultimo, ma non di certo per importanza, un grazie infinito al Dottor Castelli che mi ha aiutata a ritrovare la mia femminilità dopo l’ultima gravidanza.

Sophia - inserita il 01/12/2016

La prima visita è stata rassicurante! Il dottor Castelli si è dimostrato un vero professionista, ha saputo chiarire tutti i miei dubbi usando parole semplici e modi garbati, la buona riuscita dell’intervento ha fatto emergere la sua competenza nel campo della chirurgia estetica. Consigliatissimo!

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..