La chirurgia estetica come scelta consapevole

La chirurgia estetica e la medicina estetica oggi rappresentano la branca della medicina in costante evoluzione e crescita. Fin da ragazzi, infatti, i giovani d’oggi riescono ad avere una maggiore consapevolezza rispetto al passato del loro corpo e di quello che andrebbe modificato. Correggere i propri difetti, del resto, non va visto solo come una ricerca ossessiva della perfezione ma anche come capacità di autocritica e di miglioramento. Lo scopo della chirurgia estetica oggi è quello di far apparire al meglio ogni persona tenendo sempre conto delle caratteristiche personali dell’individuo.

Esistono diverse tipologie di persone che si rivolgono al chirurgo estetico:
- quelle che non accettano la loro immagine per particolari imperfezioni
- quelle che desiderano diventare più attraenti
- quelle che non accettano il cambiamento del corpo causato dal passare del tempo

Tutte queste categorie di persone devono rivolgersi ad un chirurgo estetico tenendo conto del fatto che esistono diverse specializzazioni e, di conseguenza, ogni chirurgo è più abile ed esperto in determinate operazioni. Per questo occorre chiedere al chirurgo qual è la sua esperienza nel problema specifico, i risultati ottenuti dalle precedenti operazioni ed il numero di interventi effettuati.
Ogni intervento di chirurgia estetica non va mai sottovalutato ed un bravo professionista riuscirà a non sminuire mai il lavoro da svolgere ma, al contrario, saprà indicare al paziente tutti i dettagli dell’operazione mettendo in luce problematiche, possibili esiti e complicanze.

Il paziente, poi, dovrà avere sempre consapevolezza che la chirurgia estetica riesce a correggere un difetto, ma non cambia le persone né tantomeno aiuta a trovare sicurezza e consapevolezza se non si lavora sulla propria autostima. Riferirsi a dei modelli irraggiungibili è sicuramente il più comune errore di uomini e donne che vogliono cambiare la propria immagine. Le modelle e le dive da copertina non sono immagini reali ma modificate con filtri e ritocchi fotografici. Un bravo chirurgo, dunque, dovrà preparare all’intervento il paziente sia dal punto di vista psicologico che fisico, suggerendo indicazioni mirate sia in fase pre-operatoria che in fase post-operatoria.


Archivio news >