Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Faq per argomento

E’ vero che l’addominoplastica lascia cicatrici molto evidenti?
Le cicatrici nell’addominoplastica sono certamente più importanti rispetto agli altri interventi di chirurgia estetica. E’ vero però che la cicatrice addominale viene facilmente occultata anche da un normale costume da bagno. In realtà i pazienti candidati a un’addominoplastica accettano ben volentieri una cicatrice sovrapubica rispetto al difetto estetico della pancia cadente e rilassata.
Si possono eseguire contemporaneamente addominoplastica e liposuzione?
Si è possibile, ma solo in casi ben selezionati. I due interventi combinati infatti possono avere complicanze anche molto serie.
Cosa succede all’ombelico?
L’ombelico viene “trasposto”, ovvero viene inciso e isolato mantenendo la sua posizione originale. In alcuni casi può essere indicato spostarlo più in basso.
Le smagliature vengono eliminate dall’addominoplastica?
Solo alcune vengono eliminate perché comprese nella losanga di pelle eccedente che viene eliminata. Tutte le altre, però, rimangono.
Cosa si intende per miniaddominoplastica?
La miniaddominoplastica è una versione ridotta della comune addominoplastica. In questi casi viene eliminata una porzione di pelle senza trasposizione dell’ombelico con una cicatrice sovrapubica molto più corta.
Le cicatrici sono visibili a livello delle palpebre?
Assolutamente no. Infatti nella palpebra superiore la cicatrice rimane ben nascosta nella piega naturale della palpebra stessa, mentre a livello della palpebra inferiore rimane ben dissimulata lungo il margine ciliare.
Che cos’è la blefaroplastica transcongiuntivale?
E’ una blefaroplastica con incisione nella congiuntiva per rimuovere le borse palpebrali inferiori. Viene praticata in soggetti giovani dove non è necessario asportare pelle eccedente. Il vantaggio è quello di non avere cicatrici esterne evidenti.
Il gonfiore è molto evidente?
L’edema è evidente per i primi 3-4 giorni. Già dopo una settimana, rimossi i punti di sutura, si è perfettamente presentabili in pubblico.
Dopo quanti giorni ci si può truccare senza problemi?
Il maquillage è consentito dopo circa una settimana, quando le ferite sono perfettamente cicatrizzate.
La blefaroplastica si può eseguire in anestesia locale?
Certamente. Solo nelle blefaroplastiche complete, ovvero quando si operano tutte e 4 le palpebre, è preferibile associare una leggera sedazione.
Quanto dura un lifting?
Il lifting non ha una scadenza e soprattutto non cede! In realtà i tessuti continuano a invecchiare anche dopo un lifting, pertanto è evidente che dopo tanti anni il volto non può mantenersi perfettamente “stirato” come nell’immediato post-operatorio.
E’ vero che si può fare in anestesia locale?
In realtà il vero lifting facciale normalmente viene eseguito in anestesia generale, oppure in sedazione associata a una efficace anestesia locale.
Si vedono le cicatrici del lifting?
Ci sono, ovviamente, ma non si vedono. Infatti rimangono ben nascoste dietro le orecchie e tra i capelli.
Quando si può tornare a una vita sociale “normale” dopo un lifting?
Normalmente una settimana è sufficiente per essere presentabili in pubblico, ma certamente sono necessari più giorni per essere perfettamente “a posto” e sentirsi a proprio agio.
A che età si deve fare il lifting?
Non esiste una età per il lifting. Il desiderio di apparire più freschi e riposati può sorgere in qualsiasi momento. Oggi non è infrequente eseguire lifting in pazienti quarantenni.
E’ vero che liposuzione è un intervento utile per perdere peso?
Assolutamente no, la liposuzione serve ad eliminare le adiposità localizzate per modellare la silhouette del corpo.
E’ vero che la liposuzione è un intervento semplice, che si può eseguire anche in studio o in ambulatorio?
Assolutamente falso, la liposuzione è un intervento vero e proprio che deve essere eseguito come ogni intervento chirurgico in una sala operatoria attrezzata e sterile.
La liposuzione è utile per correggere le smagliature?
No, le smagliature non possono essere eliminate con questo intervento. Purtroppo non esistono tecniche veramente efficaci per eliminare questo inestetismo.
La liposuzione può eliminare la cellulite?
Purtroppo no, spesso si confonde la cellulite con il tessuto adiposo. La liposuzione elimina il grasso in eccesso, ma nulla può fare per contrastare la cellulite che è un ristagno di linfa nei tessuti. Per la cellulite è indicato il linfodrenaggio.
La liposuzione lascia cicatrici evidenti?
No, la liposuzione viene eseguita praticando microincisioni di pochi millimetri, pertanto residuano cicatrici minime praticamente invisibili.
Che differenza c’è tra liposuzione e liposcultura?
Sono esattamente la stessa cosa, non sono due interventi diversi. Per liposcultura si intende una liposuzione mirata che modella e scolpisce le forme del corpo, un concetto più moderno della liposuzione prima maniera. Esistono anche altre definizioni in letteratura, lipoplastica, microliposuzione, lipoaspirazione, ma sono tutti sinonimi e indicano sempre e solo la liposuzione.
E’ vero che la mastopessi lascia cicatrici evidenti?
Sicuramente nella mastopessi il problema cicatrici è più importante rispetto a una mastoplastica additiva. Normalmente residuano 2 cicatrici, una rotonda periareolare, e una lineare verticale che dal bordo inferiore dell’areola scende verso il solco sottomammario.Normalmente queste cicatrici non pongono problemi estetici rilevanti, ma in soggetti predisposti alla cicatrizzazione ipertrofica possono non essere esteticamente soddisfacenti.
La sensibilità dell’areola e del capezzolo si alterano?
E’ normale che per i primi 2-3 mesi la sensibilità sia alterata, ma dopo tale periodo tutto torna come prima. Sono descritti però casi di alterazione permanente, per fortuna eccezionali.
Si può risollevare il seno e nel contempo aumentarlo di volume?
Certamente si, molto frequentemente. In questi casi si impianta contemporaneamente una protesi mammaria.
Si può allattare dopo un intervento di mastopessi?
Sicuramente si. Come per la mastoplastica additiva, la funzione viene sempre preservata.
E’ vero che le protesi mammarie scoppiano in aereo?
No, si tratta di un’autentica “leggenda metropolitana”. Le protesi sono studiate per sopportare sollecitazioni importanti e non possono “scoppiare”.
Quanto durano le protesi?
Le protesi non hanno una scadenza predeterminata, pertanto è impossibile stabilire una durata precisa. Se nel tempo non creano problemi possono anche essere definitive; in altri casi vanno sostituite anche prima dei canonici 10 anni. Ogni caso va valutato e seguito nel tempo.
Di che materiale sono fatte le protesi?
L’involucro esterno è fatto di silicone, mentre il contenuto può variare, silicone o soluzione fisiologica. Personalmente utilizzo solo protesi in silicone.
E’ possibile allattare dopo un intervento di questo tipo?
Certamente, la funzione della mammella viene doverosamente conservata.
La protesi viene posizionata al di sopra o al di sotto del muscolo pettorale?
La scelta di dove impiantare la protesi varia a seconda del tipo di mammelle e costituzione toracica. Durante la visita, il chirurgo e la paziente valutano insieme le diverse soluzioni.
Dove viene praticata l’incisione per inserire le protesi?
Esistono sostanzialmente due possibilità: l’incisione periareolare, nel bordo inferiore dell’areola, oppure l’incisione nel solco sottomammario. Entrambe lasciano cicatrici poco visibili. Esiste anche una terza possibilità, la via ascellare, ma sono pochi i chirurghi che la praticano.
La rinoplastica è un intervento molto doloroso?
Assolutamente no, anzi, è forse l’intervento meno doloroso della chirurgia estetica.
Si può vedere il risultato con il computer?
E’ possibile dare una buona idea di quello che sarà il risultato finale di una rinoplastica. La simulazione con il PC è solo un valido ausilio che il chirurgo utilizza per illustrare ai pazienti le varie soluzioni estetiche realizzabili con l’intervento. Vengono pertanto date solo delle indicazioni su quello che può essere il risultato.
Il naso presenta un gonfiore notevole dopo l’intervento?
Si, l’edema può essere imponente, ma si risolve rapidamente nel volgere di qualche giorno. Già dopo una settimana si è perfettamente presentabili in pubblico.
Si devono mettere dei tamponi dopo l’intervento?
Normalmente si, vengono posizionati dei tamponi nasali per almeno 24 ore. Comunque la loro rimozione è molto semplice e assolutamente indolore.
Il setto deviato può essere operato insieme al naso?
Certamente si. In realtà la cosiddetta settoplastica viene praticamente sempre eseguita insieme alla rinoplastica, anche perché il setto non può non essere modificato durante una rinoplastica estetica.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..