Eliminare il doppio mento con la chirurgia estetica

Che cos’è il doppio mento? Come si forma e, soprattutto, come si elimina? Iniziamo con lo specificare che stiamo parlando di un inestetismo piuttosto diffuso, che nasce da un accumulo adiposo nella porzione anteriore del collo e che può formarsi per cause diverse tra loro, come - ad esempio - quelle ereditarie, ma anche per soprappeso (nella maggioranza dei casi), per l’età che avanza o addirittura per una cattiva postura, fenomeno che si manifesta sempre più spesso dalle persone.
E allora, come si fa ad eliminarlo una volta formatosi questo fastidioso e antiestetico cuscinetto di adipe? L’unico modo per eliminare radicalmente il problema è rivolgersi ad un chirurgo estetico competente e affidabile, specializzato in questo tipo di inestetismi, e valutare con lui l’opportunità di un’operazione finalizzata alla risoluzione di questo difetto. Con l’intervento di un chirurgo estetico professionista, infatti, il problema del doppio mento è destinato a scomparire grazie ad un’operazione di liposuzione che ha, appunto, come obiettivo la riduzione della presenza di adipe localizzata nella parte su cui si interviene. Questo tipo di intervento viene effettuato sempre in anestesia locale, dopo aver somministrato una piccola sedazione.

Ma cosa bisogna fare esattamente quando ci vogliamo rivolgere alla chirurgia estetica per eliminare il doppio mento? Prima di tutto, come per ogni altro tipo di intervento estetico, occorre prenotare e prevedere un consulto preliminare con il chirurgo, per capire bene i pro e contro dell’intervento e il tipo di lavoro da affrontare, che deve essere fatto naturalmente in estrema sicurezza igienica e professionale. Per questo è fondamentale rivolgersi ad un chirurgo iscritto all’albo e con esperienza. In sede di intervento, il chirurgo immetterà delle piccole cannule per aspirare il grasso in eccesso nel mento e - sebbene si prevedano sempre alcuni punti di sutura - il risultato prevederà soltanto piccole cicatrici invisibili. Questo tipo di intervento viene consigliato principalmente ai giovani che hanno una pelle elastica, mentre per le persone che hanno superato i 40 anni di età è consigliabile associarlo ad un lifting per raggiungere un risultato ottimale di ringiovanimento, freschezza e compattezza.
Un altro modo utilizzato nella medicina estetica per trattare il doppio mento - ma solo nei casi in cui questo difetto è poco evidente - è l’utilizzo dell’acido desossicolico, che altro non è che uno steroide (tra l’altro è un acido biliare prodotto anche dal corpo umano attraverso il fegato). Questo particolare acido è usato anche come emulsionante dei lipidi per favorirne l'assorbimento intestinale, è solubile in alcool e viene iniettato nella parte da trattare attraverso delle punture. L’acido desossicolico è in grado di rompere la membrana fosfolipidica e disgregare le cellule adipose presenti, in modo da ridurre progressivamente il tessuto adiposo del doppio mento e ripristinare così un profilo armonico. Tuttavia, la risoluzione del problema non è affatto immediata: un ciclo con questo tipo di trattamento richiede l’attesa di qualche mese per poterne apprezzare un risultato visibile e definitivo e non bisogna scoraggiarsi se nei primi giorni di trattamento si creano dei gonfiori nella zona trattata. Tuttavia, questo tipo di trattamento non è indicato a tutti i pazienti e pertanto - come per ogni tipo di trattamento estetico - occorre prima sottoporsi ad una visita personalizzata per poter capire qual è la soluzione ideale da poter adottare.


Archivio news >