Tel: +39 320 6771278 | info@castellimarco.com

Chirurgia estetica in Italia: dubbi e risposte

Per molti è solo una moda, per altri una vera e propria necessità, per altri ancora un vezzo. Il fatto è che oramai la chirurgia plastica estetica – soprattutto nel corso degli ultimi anni - ha moltiplicato in modo esponenziale i suoi interventi, anche se c’è sempre più bisogno di una valutazione obiettiva, precisa e puntuale da parte dei pazienti. E non parliamo solamente di pazienti donne, perché ormai questo mito è da sfatare, in quanto la chirurgia estetica riguarda sempre più da vicino anche il mondo maschile.

Innanzitutto - prima di cominciare qualsiasi analisi - iniziamo con il dire che è fondamentale rivolgersi a medici chirurghi professionisti e autorizzati, che siano quindi dei veri specialisti in materia e che operino in strutture adeguate e pulite. A causa di truffatori di vario genere, infatti, si è diffusa la convinzione che questo tipo di medici non siano professionisti, ma solamente dei mercenari in cerca di soldi e non medici convinti della propria professionalità. Questa errata convinzione si è radicata a causa di operazioni di chirurgia estetica eseguite in cliniche non sicure, sporche, senza attrezzature adeguate e senza personale specializzato, con l’unico vantaggio dei prezzi economici e allettanti.

Come sempre ricordiamo negli articoli pubblicati in questo blog, è fondamentale - prima di effettuare qualsiasi intervento - che il chirurgo estetico informi il paziente dei vantaggi e dei rischi eventuali, che dia tutte le informazioni sui tempi e le modalità dell’intervento. Infine, per la parte economica ricordate che la tecnologia ha fatto passi da gigante e gli interventi (soprattutto alcuni) diventano sempre più rapidi, economici e meno dolorosi, tutto a vantaggio del paziente. Naturalmente, per non incorrere in rischi inutili, è fondamentale accertarsi sulla professionalità del chirurgo che si contatta.

Tra gli interventi più usuali in chirurgia estetica troviamo la tanto famosa, e per questo molto richiesta, mastoplastica additiva, che consiste – per chiarire in termini brevi e spiccioli - nell’ingrandimento del seno tramite protesi. Accanto a questo intervento c’è anche l’operazione per la riduzione mammaria e quello di correzione dell’asimmetria mammaria, che consentono così di migliorare l'armonia del corpo. Fino a qualche anno fa, per questo tipo di intervento, circolavano dubbi di vario tipo: secondo alcuni, in presenza di protesi mammarie, questa operazione poteva ostacolare la rilevazione di un cancro al seno della paziente, mentre per altri poteva causare problemi durante l’allattamento.

In realtà, si tratta solo timori superati grazie alle evidenze riscontrate nel corso del tempo, anche perché oggi, con le protesi attuali, se ben collocate, i problemi sembrano allontanati e superati quasi definitivamente. È fondamentale, però, che prima di qualsiasi intervento, il chirurgo professionista e specializzato valuti attentamente la forma e le attuali dimensioni del seno, dell'areola e del capezzolo, oltre a portare a conoscenza la paziente delle possibili modificazioni di forma e di volume.

Altro tipo di intervento molto richiesto dalle donne al medico chirurgo specializzato è la liposuzione, specie attorno alla zona addominale, anche se dobbiamo sfatare la diceria sottolineando che questo tipo di intervento non serve a perdere peso o eliminare la cellulite, ma solo a rimuovere il grasso localizzato nella parte. Se si vuole continuare a perdere peso, sarà necessario accompagnare questo intervento con una dieta mirata e dell’attività fisica regolare. Di contro, gli uomini si sottopongono alla liposuzione nella zona dell’addome, al fine di ridurre gli accumuli adiposi presenti in quella zona, e meglio noti come “pancetta”. In questo caso l’intervento prende il nome di addominoplastica.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..