Intervento di blefaroplastica: per quali pazienti è indicata?

Ormai è ben noto anche ai meno esperti: la chirurgia estetica in Italia, nel corso degli ultimi anni, si è diffusa in modo capillare. E se fino a poco tempo fa era un fenomeno limitato ai grandi centri urbani e alle zone economicamente più ricche del Paese, oggi il ricorso agli interventi di chirurgia estetica risulta evidente e ormai molto diffuso anche nei piccoli centri.
Non a caso, l'Italia è oggi al nono posto nella classifica mondiale dei Paesi in cui la chirurgia plastica ed estetica è maggiormente richiesta e apprezzata, non solo dal pubblico femminile ma anche e sempre di più - da quello maschile.
Tra tutti gli interventi di chirurgia estetica maggiormente richiesti nel nostro Paese spicca quello dedicato al ringiovanimento e al miglioramento della zona occhi: la blefaroplastica. Si tratta di un'operazione di breve durata (ma comunque un intervento chirurgico a tutti gli effetti) che mira ad eliminare le rughe e le borse localizzate nella zona del contorno occhi ridonando così giovinezza e solarità al volto.

Ma chi sono esattamente le persone che ricorrono a questo tipo di intervento e per chi è indicato esattamente?
"Generalmente - fa sapere il chirurgo estetico di fama internazionale, Marco Castelli, esperto in blefaroplastica, che opera - tra le varie cliniche - anche nella prestigiosa struttura Sant'Anna di Soregno, a Lugano - questo tipo di intervento è consigliato soprattutto alle donne che si avvicinano ai cinquanta anni di età e che desiderano ricorrere all'aiuto del chirurgo per poter migliorare il proprio aspetto fisico attraverso l'eliminazione delle rughe che invecchiano il volto e lo privano di luminosità".

L'intervento chirurgico di blefaroplastica che il professor Marco Castelli effettua - come abbiamo visto - anche a Lugano è in effetti una delle operazioni di chirurgia estetica più richieste perché - con un prezzo contenuto rispetto ad altri interventi più lunghi e complessi e quindi anche più costosi - è possibile ritrovare la giovinezza e la freschezza dello sguardo.
A tal proposito, occorre ricordare quanto sia importante - nell'ambito di questo tipo di intervento - considerare le proporzioni della zona occhi e quindi riuscire a preservare, anche dopo l'intervento, le caratteristiche tipiche di ogni singolo paziente. "Alla base di ogni blefaroplastica - ha continuato il professor Castelli da Lugano - ci deve essere da parte del chirurgo estetico la volontà di effettuare un intervento che valorizzi le caratteristiche e le peculiarità del viso, mantenendone l'autenticità originaria, eliminando solo ciò che offusca, invecchia e appesantisce lo sguardo".
L'obiettivo della blefaroplastica, sia superiore che inferiore, è infatti far ringiovanire il volto del paziente in modo consapevole e rispettoso dei connotati originali, andando ad agire solo ed esclusivamente sulla rimozione delle conseguenze e degli effetti visibili dettati dal passare degli anni e dagli agenti atmosferici.


Archivio news >